Vita Chiesa
stampa

Francesco, messaggio giornata migrante: «Necessaria un'azione più incisiva»

Di fronte alla «globalizzazione del fenomeno migratorio» è necessaria «un'azione più incisiva e più efficace, che si avvalga di una rete universale di collaborazione, fondata sulla tutela della dignità e della centralità di ogni persona umana». A chiedere più collaborazione tra Stati e organizzazioni internazionali è Papa Francesco, nel messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato (testo integrale), che - a livello ecclesiale - sarà celebrata domenica 18 gennaio 2015 sul tema «Chiesa senza frontiere: madre di tutti».

Nel messaggio, presentato questa mattina nella Sala stampa della Santa Sede, il Pontefice ricorda appunto che per «la Chiesa senza frontiere, madre di tutti», nessuno è «inutile, fuori posto o da scartare». Eppure «non di rado» i movimenti migratori «suscitano diffidenze e ostilità, anche nelle comunità ecclesiali, prima ancora che si conoscano le storie di vita, di persecuzione o di miseria delle persone coinvolte», ma «il carattere multiculturale delle società odierne incoraggia la Chiesa ad assumersi nuovi impegni di solidarietà, di comunione e di evangelizzazione». E la tolleranza non basta: «Qui - ammonisce il Papa richiamando il suo messaggio per la Giornata 2014 - si innesta la vocazione della Chiesa a superare le frontiere e a favorire ‘il passaggio da un atteggiamento di difesa e di paura, di disinteresse o di emarginazione... ad un atteggiamento che abbia alla base la ‘cultura dell'incontro'».

Per il Pontefice, i movimenti migratori «hanno tuttavia assunto tali dimensioni che solo una sistematica e fattiva collaborazione che coinvolga gli Stati e le Organizzazioni internazionali può essere in grado di regolarli efficacemente e di gestirli». In tal modo, «sarà più incisiva la lotta contro il vergognoso e criminale traffico di esseri umani, contro la violazione dei diritti fondamentali, contro tutte le forme di violenza, di sopraffazione e di riduzione in schiavitù». Alla globalizzazione del fenomeno migratorio, il monito del Papa, «occorre rispondere con la globalizzazione della carità e della cooperazione, in modo da umanizzare le condizioni dei migranti. Nel medesimo tempo, occorre intensificare gli sforzi per creare le condizioni atte a garantire una progressiva diminuzione delle ragioni che spingono interi popoli a lasciare la loro terra natale a motivo di guerre e carestie, spesso l'una causa delle altre». Alla solidarietà - l'esortazione conclusiva del Pontefice - occorre inoltre «unire il coraggio e la creatività necessarie a sviluppare a livello mondiale un ordine economico-finanziario più giusto ed equo insieme ad un accresciuto impegno in favore della pace, condizione indispensabile di ogni autentico progresso».

Fonte: Sir
Francesco, messaggio giornata migrante: «Necessaria un'azione più incisiva»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento