Vita Chiesa
stampa

Giubileo: 5mila migranti a San Pietro sotto la «Croce di Lampedusa»

Oltre 5mila migranti parteciperanno, domenica 17 gennaio, all’Angelus del Papa e, insieme, attraverseranno la Porta santa per partecipare alla celebrazione eucaristica in San Pietro, in occasione del Giubileo dei migranti.

Percorsi: Giubileo - Immigrati
Parole chiave: Lampedusa (121)
Migranti in arrivo sulle coste italiane (Foto Sir)

Per dare un senso più profondo a questa giornata, arriverà a San Pietro anche la «Croce di Lampedusa», realizzata con le assi di legno provenienti dai barconi su cui hanno viaggiato i migranti. I pellegrini parteciperanno poi alla Messa celebrata dal cardinale Antonio Maria Vegliò, presidente del Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti, durante la quale saranno consacrate le ostie preparate da tre detenuti del carcere di massima sicurezza di Opera. Si tratta di tre persone che hanno commesso omicidi, ma che hanno seguito un percorso di consapevolezza e di redenzione personale, con l’aiuto e il sostegno dei sacerdoti del carcere. Un progetto ideato dalla Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti onlus, che si inserisce nel percorso di conversione e redenzione giubilare voluto da Papa Francesco.

«Le ostie, che nascono da mani che hanno ucciso e che verranno consacrate in San Pietro – spiega Arnoldo Mosca Mondadori, fondatore della Casa dello Spirito e delle Arti -, testimoniano che il bisogno di essere salvato dall’amore di Cristo è per ogni uomo e non soltanto per chi sta scontando una pena in carcere e che, spesso, ha già ritrovato una profonda consapevolezza degli errori commessi».

Fonte: Sir
Giubileo: 5mila migranti a San Pietro sotto la «Croce di Lampedusa»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento