Vita Chiesa
stampa

Gmg 2013: P. Lombardi, bilancio positivo segno di vitalità della Chiesa

Un “bilancio positivo”: la presenza di 3 milioni di persone oggi a Copacabana è il “segno della vitalità della Chiesa che può attrarre molti giovani”. Soddisfazione della Santa Sede per l’ottima riuscita della Gmg è stata espressa in questi termini da padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana, nella conferenza stampa conclusiva che si è svolta al termine della Messa a Copacabana.

Percorsi: Gmg Rio - Papa Francesco
Parole chiave: Federico Lombardi (142)

“Il Papa è in perfetta salute - ha detto - ed è in una forma incredibile, considerando le giornate intense di movimenti e impegni”. Anche l’imprevisto cambio del luogo della Veglia e della Messa finale a causa delle piogge è stata gestita bene: nella notte, per esempio, sono state trasferite da Guaratiba a Copacabana le tende predisposte per l’adorazione e la preghiera.

Per la Messa di oggi sono state consacrate 800mila ostie. Il sindaco di Rio ha informato il Papa che sul Campus Fidei, sul quale si doveva svolgere l’incontro della Gmg, saranno costruite abitazioni per 20mila persone, trasformandolo dunque in un luogo in cui si cercherà di offrire una soluzione al problema abitativo. Alla Messa di oggi hanno partecipato alcuni presidenti e vice-presidenti dell’America Latina. Padre Lombardi ha raccontato a questo proposito un piccolo aneddoto: “Aveva saputo che la presidente argentina Kirchner è diventata nonna e ha chiesto ai suoi collaboratori di comprare delle babbucce che poi il Papa le ha regalato questa mattina alla Messa”.

Fonte: Sir
Gmg 2013: P. Lombardi, bilancio positivo segno di vitalità della Chiesa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento