Vita Chiesa
stampa

Grosseto, oltre 150 giovani al pellegrinaggio all'eremo di Malavalle

Oltre 150 giovani hanno raccolto l'invito del vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, e hanno partecipato, domenica 8 marzo, al pellegrinaggio a piedi da Castiglione della Pescaia all'eremo di Malavalle, luogo di forte impatto, dove san Guglielmo visse l'ultimo tratto della sua vita terrena nella preghiera, nella rinuncia, nella penitenza e nel dialogo a tu per tu con Dio. Lì Guglielmo morì il 10 febbraio 1157 e quel luogo santo diventò culla dell'Ordine monastico dei Guglielmiti.

Il pellegrinaggio all'eremo di Malavalle

Chitarre, bonghi, zaini in spalla, i ragazzi si sono ritrovati nella chiesa di San Giovanni Battista, nel borgo medievale di Castiglione della Pescaia, e da lì si sono messi in cammino - portando le reliquie del santo - lungo un tragitto di circa 6 chilometri e mezzo, attraversando la cittadina costiera per poi immergersi nella campagna e nel bosco verso Malavalle.

Un cammino fatto di ascolto, di canti, di dialogo, di momenti di silenzio, di domande. «Un cammino del cuore», lo ha definito il vescovo, che ha invitato i ragazzi a farsi guidare dalla «gioiosa meraviglia» dell'incontro con se stessi, con gli altri, con la natura.

A metà percorso una sosta rinfrancante sotto un'enorme sughera: i giovani sono stati invitati a mettersi a sedere sull'erba per un momento di riflessione approfondita sul senso del cammino, col vescovo che ha offerto loro un'altra parola: ricordo, come capacità di fare memoria di tutto ciò che costruisce la vita di ognuno. Il cammino è ripreso per l'ultimo tratto, quello più impegnativo, fatto di strada sterrata, ciottoli, di due rigagnoli da guadare, di salita, di vento fino all'arrivo all'eremo, dove i partecipanti al pellegrinaggio hanno vissuto un momento di preghiera all'interno degli antichi ruderi, prima di consumare il pranzo al sacco nel bosco, con la gradevole sorpresa di un primo caldo preparato dagli adulti scuot del M.a.s.c.i. La giornata si è conclusa con la Messa celebrata all'aperto, davanti alla chiesetta in pietra, presente l'amministrazione comunale col gonfalone e il presidente del consiglio comunale Lonzi.

«Ringrazio tutti - commenta il vescovo - il gruppo di giovani sacerdoti che hanno lavorato per preparare l'appuntamento, tutti coloro che in molti modi si sono resi presenti e partecipi e i giovani, che con generosità hanno risposto sì al nostro invito per vivere un'esperienza di comunità che fa esperienza di camminare insieme. San Guglielmo può apparire una figura lontana ad un ragazzo del terzo millennio, ma coloro che sono aggrappati al Signore non sono mai realtà distanti, anzi ci ridicono la bellezza dell'eternità di Dio, che è il presente sempre».

Fonte: Comunicato stampa

Media

Grosseto, oltre 150 giovani al pellegrinaggio all'eremo di Malavalle
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento