Vita Chiesa
stampa

Incontro di Assisi: Tamar di Aleppo, «chiediamo una preghiera perché pace e amore tornino presto in Siria»

Nel momento conclusivo dell'incontro di preghiera per la pace, ad Assisi, la testimonianza di Tamar Mikalli, cristiana di Aleppo insegnante prima della guerra, giunta in Italia con i «corridoi umanitari».

Percorsi: Assisi - Pace - Religioni - Sant'Egidio - Siria
L'intervento di Tamar di Aleppo

«A voi tutti, uomini di religione e a lei, Sua Santità, a nome del popolo siriano, chiediamo una preghiera perché la pace e l’amore tornino presto in Siria e in ogni parte del mondo». Prende la parola Tamar Mikalli, cristiana di Aleppo insegnante prima della guerra. È giunta in Italia attraverso i «Corridoi umanitari» nel maggio del 2016. «Vengo da Aleppo, la città martire in Siria», racconta. «Aleppo, quando pronuncio questo nome, mi si stringe il cuore; mi ricordo dove sono nata, cresciuta e dove mi sono sposata». Poi è scoppiata la guerra. «Hanno cominciato a piovere missili che distruggevano le case. Sento ancora le grida di un padre, di una madre o le urla dei bambini che cercano i loro genitori», ha testimoniato. «Abbiamo resistito tre anni nella speranza che la guerra finisse» ma poi le hanno bombardato la casa ed è dovuta fuggire dalla Siria. «Siamo diventati rifugiati, insieme a migliaia di siriani» e ora grazie ai corridoi umanitari vive « in Toscana»: «Cerco di integrarmi in questo Bel Paese, l’Italia, in cui sono arrivata da quattro mesi. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno lavorato per il nostro bene, per averci ridato il sorriso che avevamo perso a causa della guerra».

Incontro di Assisi: Tamar di Aleppo, «chiediamo una preghiera perché pace e amore tornino presto in Siria»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento