Vita Chiesa
stampa

Invocazione per la pace, Abbas: «Pace per noi e per i nostri vicini»

«Un pace comprensiva e giusta al nostro Paese e alla regione cosicché il nostro popolo e i popoli del Medio Oriente e il mondo intero possano godere il frutto della pace, della stabilità e della coesistenza»: è la richiesta di Mahmoud Abbas, presidente palestinese, elevata nel corso dell'invocazione per la pace in Terra Santa, ieri sera nei Giardini Vaticani alla presenza di Papa Francesco, di Bartolomeo I e del presidente israeliano Shimon Peres.

Percorsi: Pace - Palestina - Papa Francesco
Parole chiave: Abu Mazen (13)

«O, Dio del cielo e della terra - ha detto Abbas - accetta la mia preghiera per la realizzazione della verità, della pace e della giustizia nella mia patria la Palestina, nella regione, e nel mondo intero. Ti supplico, o Signore, di rendere il futuro del nostro popolo prospero e promettente, con libertà in uno stato sovrano e indipendente. Concedi, o Signore, alla nostra regione e al suo popolo sicurezza, salvezza e stabilità. Salva la nostra città benedetta Gerusalemme». «Ti chiediamo, Signore, la pace nella Terra Santa, Palestina, e Gerusalemme insieme con il suo popolo. Noi ti chiediamo di rendere la Palestina e Gerusalemme in particolare una terra sicura per tutti i credenti. Allevia la sofferenza del mio popolo nella patria e nella diaspora. Noi - ha concluso Abbas - desideriamo la pace per noi e i nostri vicini e cerchiamo la prosperità e pensieri di pace».

Fonte: Sir
Invocazione per la pace, Abbas: «Pace per noi e per i nostri vicini»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento