Vita Chiesa
stampa

Iraq: Caritas italiana, al via campagna «Adotta una famiglia di profughi iracheni»

Caritas Italiana lancia una campagna di gemellaggi per l‘adozione di famiglie di profughi iracheni.

L'appello di Papa Francesco per i cristiani del Medio Oriente hanno trovato riscontro anche negli incontri che una delegazione della Conferenza episcopale italiana - guidata dal segretario generale, monsignor Nunzio Galantino - ha avuto visitando la scorsa settimana i campi profughi a Erbil, nel Kurdistan iracheno. Assieme alla riconoscenza sia per il milione di euro messo a disposizione dalla Cei per la prima emergenza sia per i 2 milioni e 300mila euro destinati alla costruzione di un'Università cattolica - entrambi stanziati dai fondi otto per mille - i vescovi locali hanno chiesto di avviare una collaborazione a più lunga scadenza.

Caritas Italiana si è così fatta promotrice di alcune proposte concrete, su cui si chiede alle famiglie, alle parrocchie e alle diocesi di convergere, per quanto sarà loro possibile. La prima (denominata «Progetto Famiglia») riguarda la realizzazione di gemellaggi con famiglie di profughi, finalizzati ad assicurare un minimo dignitoso a una famiglia di 5 persone. Ci si può impegnare per un mese (140 euro), per un trimestre (420 euro), per un semestre (840 euro) o per un anno (1.680 euro).

La seconda proposta («Progetto Casa») concerne l'acquisto di 150 container per l'alloggio di altrettante famiglie. In questo caso, il costo è di 3.140 euro per unità. Infine, la terza iniziativa («Progetto Scuola») riguarda l'acquisto di 6 autobus per il trasporto dei bambini in 8 scuole a Erbil e a Dahuk: ogni pullman costa 40.720 euro.

Per sostenere gli interventi, le offerte vanno inviate a Caritas Italiana, via Aurelia 796 - 00165 Roma, tramite c/c postale n. 347013, specificando nella causale: Gemellaggi l'Iraq / Progetto Famiglia (oppure Casa oppure Scuola). Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: UniCredit, via Taranto 49, Roma - Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119; Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma - Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474; Banco Posta, viale Europa 175, Roma - Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013; Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma - Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113; on line su www.caritas.it.

Fonte: Sir
Iraq: Caritas italiana, al via campagna «Adotta una famiglia di profughi iracheni»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento