Vita Chiesa
stampa

Montepulciano, mons. Manetti a polizia e vigili del fuoco: «umanizzare questa terra»

Le forze di polizia e i vigili del fuoco sono chiamati «soprattutto oggi ad umanizzare questa nostra terra e a scorgere nell’altro una possibilità di bene, anche quando ha sbagliato ed è stato nocivo per i suoi fratelli». Lo ha affermato domenica scorsa il vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza, monsignor Stefano Manetti, celebrando in cattedrale il Giubileo delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco.

Mons. Stefano Manetti celebra il giubileo delle forze dell'ordine

 Il vescovo – come si legge in una nota diffusa oggi – non ha mancato di sottolineare «la dedizione e la professionalità nel lavoro che svolgete e del quale la nostra stessa curia vescovile ne ha beneficiato, pensando a tutti gli appuntamenti che hanno interessato – non solo a Montepulciano – questo straordinario anno voluto fortemente dal Papa». Nell’omelia, mons. Manetti rivolgendosi ai presenti – finanzieri, carabinieri, agenti di polizia di stato e stradale, polizia municipale, aeronautica, vigili del fuoco ed appartenenti alle associazioni combattentistiche e d’arma – ha osservato come spesso «il vostro lavoro non sia sufficientemente valorizzato. Nonostante questo, il Vangelo ci invoglia ad operare sempre, avendo in mente la caratterizzazione del servo inutile che fa quanto deve fare». Luciano Garosi, vicesindaco di Montepulciano, ha ringraziato i presenti per il «meticoloso e prezioso lavoro svolto quotidianamente per la nostra sicurezza, con un pensiero per quello che state facendo – tramite i vostri colleghi – nelle zone terremotate di Amatrice, Accumoli e nei paesini limitrofi».

Fonte: Sir
Montepulciano, mons. Manetti a polizia e vigili del fuoco: «umanizzare questa terra»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento