Vita Chiesa
stampa

Natale, mons. Tardelli: pensare «a chi fa più fatica a far festa»

«Gli auguri di Natale sono l’occasione per comunicarvi il sogno che mi abita l’anima. Lo faccio come può farlo uno che confida all’amico una segreta speranza, un desiderio profondo, un sogno appunto. Il sogno cioè di una terra popolata da fratelli e sorelle che si vogliono bene, che sanno riconoscersi parte gli uni degli altri».

Parole chiave: Natale (115)

Lo scrive nel messaggio di Natale monsignor Fausto Tardelli, vescovo di Pistoia. «Questa speranza me l’ha messa nel cuore il buon Dio che venne ad abitare in mezzo a noi per insegnarci le vie della pace. È una speranza ben fondata, non una fantasia», sottolinea il presule. In questi giorni di festa, prosegue monsignor Tardelli, «ripenso a chi fa più fatica a far festa: alle persone che ho incontrato nell’ospedale e nel carcere, alla mensa della Caritas o al Maic. Ripenso a tutti quelli che l’annuale rapporto della Caritas mette in numeri e statistiche, ma che sono persone e volti concreti. Ripenso alle maestranze della Breda e a chi - soprattutto giovani - trema per il proprio futuro. Penso alle famiglie, così spesso lasciate sole». Di qui la domanda: «Che cosa posso fare per tutti voi, per questa città? Ci vado pensando in questi giorni e non so darmi una risposta, tanto è il bisogno». Eppure, conclude, «la nascita di Cristo è già oggi luce che squarcia le tenebre e novità che dà prospettive alla vita».

Fonte: Sir
Natale, mons. Tardelli: pensare «a chi fa più fatica a far festa»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento