Vita Chiesa
stampa

Natale ortodosso: Patriarca Kirill, «Dio non è più lontano ma in mezzo a noi»

Milioni di fedeli ortodossi celebrano oggi la festa della nascita di Gesù. Il Natale ortodosso viene festeggiato dalle Chiese ortodosse il giorno 7 di Gennaio anziché il 25 di Dicembre. Questo slittamento di data è dovuto al fatto che la chiesa ortodossa continua ad utilizzare il calendario giuliano e non quello gregoriano. È dunque festa oggi in quei paesi dove è stato conservato il calendario giuliano.

Percorsi: Natale - Ortodossi

In Russia, in Ucraina, nella Chiesa serba e georgiana, nella Chiesa di Gerusalemme e sul Santo Monte Athos. Nella cattedrale del Cristo Salvatore di Mosca, la messa di mezzanotte è stata officiata dal patriarca Kirill, alla presenza del primo ministro Dmitry Medvedev. Il presidente Putin ha invece assistito alla funzione religiosa nella nuova cattedrale di Sotchi, dove il mese prossimo inizieranno le Olimpiadi invernali. «Oggi festeggiamo - scrive il Patriarca Kirill nel suo messaggio natalizio - un avvenimento che ha radicalmente cambiato il corso della storia umana. Dio entra nel profondo della vita umana, diventa uno di noi, prende su di sé il peso dei nostri peccati, della fragilità e delle debolezze e umane, e lo porta sul Golgotha, per liberare noi uomini da questo peso insostenibile. Da allora Dio non è più lontano, nella sommità inaccessibile dei cieli, ma è qui, con noi, è in mezzo a noi!».

Fonte: Sir
Natale ortodosso: Patriarca Kirill, «Dio non è più lontano ma in mezzo a noi»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento