Vita Chiesa
stampa

Nuovo anno pastorale: così riparte la vita nelle Diocesi

A settembre riparte a pieno ritmo la vita delle Diocesi. A Lucca il vescovo propone le «comunità parrocchiali»; a Fiesole la riflessione sul tema del lavoro.  Firenze prosegue il Cammino sinodale sull’esortazione «Evangelii gaudium»; Grosseto si prepara alla seconda «Settimana della bellezza». A Pitigliano un incontro su Chiesa e mass media…

Una veglia di preghiera (Foto Sir)

Lettere pastorali, convegni diocesani, incontri di approfondimento teologico: a settembre riparte la vita delle Chiese della Toscana. Per alcune diocesi l’inizio del nuovo anno pastorale è l’occasione per riflettere sull’identità e l’organizzazione delle parrocchie; per altre vengono proposti argomenti specifici, come il tema del lavoro a Fiesole o il rapporto tra mass media e «Chiesa in uscita», che sarà al centro di un incontro a Pitigliano. Ad Arezzo continua la preparazione al Sinodo diocesano, mentre la diocesi di Firenze affronta una nuova tappa del «Cammino sinodale» indetto dal cardinale Betori.

Da lunedì 11 a mercoledì 13 settembre, la diocesi di Arezzo Cortona Sansepolcro si ritrova a La Verna per il convegno pastorale. L’evento rappresenta la settima tappa in preparazione al Sinodo diocesano, per questo – scrive il vescovo Riccardo Fontana in una lettera ai sacerdoti, religiosi e laici – «assume quest’anno un’importanza particolare nel cammino che la nostra Chiesa sta vivendo».

«Vi aspetto tutti con gioia al fine di ascoltare le vostre domande per meglio approfondire e capire le numerose sfide alle quali è chiamata la nostra Chiesa particolare», sottolinea il Pastore.

«Negli anni passati abbiamo lungamente riflettuto sulle Unità Pastorali e il cammino in preparazione al Sinodo ci ha dato preparazione e consapevolezza per cercare di ridefinire una nuova identità della nostra Chiesa diocesana».

Sono previsti gli interventi di mons. Luciano Monari, vescovo emerito di Brescia, il prof. Roberto Repole e di don Dario Vitali. Nell’occasione l’arcivescovo Fontana presenterà la sua ottava Lettera pastorale.

Sarà nel segno della cultura la ripresa dell’anno pastorale nella diocesi di Grosseto. Dall’8 settembre, infatti, partirà l’iniziativa «ArtetraNoi», pensata con l’obiettivo di riportare in Cattedrale, per brevi periodi di tempo, opere d’arte sacra custodite nel museo diocesano e costruire attorno a queste opere dei momenti di evangelizzazione. L’8 settembre, Natività di Maria, sarà esposto il dipinto «Madonna con Santi» di Girolamo di Benvenuto. La sera sarà offerto un momento di preghiera e di contemplazione, aiutati dalla lettura che dell’opera offrirà l’artista senese Massimo Lippi. Il 16 settembre teatro sacro con «Mistero», di Fabio Sonzogni, che rilegge i misteri del Rosario alla luce della gravidanza inattesa di una donna dei nostri tempi. Il quadro resterà esposto in Duomo fino al 29 ottobre, giornata conclusiva dell’altro evento pastorale che segnerà l’inizio di questo anno: la seconda edizione della «Settimana della Bellezza» (21-29 ottobre), che quest’anno la Diocesi dedica al tema della speranza. Ad aprire la «Settimana» sarà il cardinale Angelo Scola, che torna a Grosseto, dove è stato vescovo dal 1991 al 1995, anche per prendere parte alle iniziative per il ventennale dei licei paritari cattolici.

Domenica 1° ottobre la diocesi di Firenze si riunisce per la nuova tappa del Cammino sinodale indetto dal cardinale Giuseppe Betori. Una giornata che segnerà per la Chiesa fiorentina l’inizio del nuovo anno pastorale, e che vedrà anche la tradizionale consegna del Mandato dell’Arcivescovo agli animatori pastorali (catechisti, animatori della liturgia, animatori della carità...). Il programma prevede il ritrovo alle 15,30 in quattro basiliche fiorentine: Santa Croce, Santo Spirito, Santa Maria Novella, Santissima Annunziata. Da qui partiranno i quattro cammini che condurranno in Cattedrale. I cammini dalle quattro basiliche saranno accompagnati dalla lettura di testi di quattro figure della storia recente della Chiesa fiorentina: il cardinale Elia Dalla Costa, Giorgio La Pira, don Giulio Facibeni, don Lorenzo Milani. Quattro testimoni della fede che potranno illuminare il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina.

La Diocesi di Lucca riprende il cammino pastorale con la festa della Santa Croce, come ogni anno. A causa della tragica morte dei due operai che stavano lavorando per abbellire Lucca in occasione della Luminara, il cuore del settembre lucchese però avrà un po’ meno i segni della festa. Tuttavia il giorno 14 settembre, festa liturgica dell’Esaltazione della S. Croce, l’Arcivescovo Italo Castellani in Cattedrale, durante la Messa solenne, presenterà la Lettera pastorale 2017-18. La novità principale, già anticipata, sarà una riorganizzazione della diocesi in «Comunità Parrocchiali». In varie parti del territorio lucchese ormai un solo parroco cura molte parrocchie: negli anni passati si è proceduto costituendo Unità Pastorali, il passo successivo è ora la costituzione delle «Comunità Parrocchiali». Un cambiamento anche terminologico certo, ma, come Castellani ha spiegato nelle recenti assemblee con il clero: «ciò esprime al meglio la nuova realtà che in alcuni luoghi è già nata e in altri nascerà. Non si parlerà più di “unità pastorali”, perché con esse si intende propriamente il coordinamento pastorale di due o più parroci».

Educarci al lavoro giusto per tutti: è questo il tema dei nuovi Orientamenti pastorali con i quali la diocesi di Fiesole avvia il nuovo anno pastorale dedicandolo a un ricco e stimolante approfondimento intorno al tema del lavoro. Uno strumento di riflessione, afferma il vescovo Mario Meini nel testo di presentazione, per redigere il quale «molto è stato attinto al documento Linee di preparazione per la 48° Settimana sociale dei cattolici italiani». Al tema del lavoro è dedicata anche la Settimana teologica diocesana, a Loppiano dal 4 al 7 settembre, con riflessioni a partire dalla Bibbia e dal magistero della Chiesa per toccare questioni sociali ed economiche.

Come ormai consuetudine, l’anno pastorale della diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello inizia ufficialmente con il Convegno pastorale di settembre, al quale sono invitati i sacerdoti, religiosi ed operatori pastorali della varie parrocchie, oltre che i gruppi ecclesiali. Quest’anno il Convegno pastorale si terrà sabato 16 settembre, come sempre nella Sala Ildebrando di Pitigliano.

Come relatore è stato invitato il professor Luigi Accattoli, stimato giornalista e scrittore, vaticanista per tanti anni del Corriere della Sera, il quale proporrà una riflessione dal titolo: «Uso dei Media e Chiesa in uscita negli anni di Papa Francesco», tema che ha soprattutto la finalità di introdurre la diocesi nel cammino del primo anno del nuovo Progetto Pastorale diocesano 2017/2020, il quale verterà proprio sulla Chiesa chiamata ad uscire per annunciare il Vangelo, utilizzando tutti gli strumenti che la realtà attuale le mette a disposizione, in particolare proprio il mondo dei Mass Media.

A settembre in diocesi di Prato inizia, ufficialmente, quello che il vescovo Franco Agostinelli ha chiamato «l’anno dei giovani». In vista del Sinodo indetto da papa Francesco, rivolto ai ragazzi e alle ragazze di tutto il mondo, la Chiesa di Prato ha deciso di mettersi in cammino a fianco delle nuove generazioni.

Nei mesi a venire sono in programma molte iniziative pensate in particolar modo al mondo giovanile. L’inizio di questo percorso, nel quale sono chiamati a dare una mano gli operatori pastorali di ogni parrocchia e tutti gli animatori, è segnato dal tradizionale appuntamento con il Convegno pastorale diocesano, convocato per il 19 e il 20 settembre.

Si comincia martedì 19 settembre, con una tavola rotonda nella quale saranno portate alcune significative testimonianze. Ad oggi hanno confermato la propria presenza suor Lisa Bianchi e Giorgia Benusiglio. La prima fa parte delle Figlie di Maria Ausiliatrice, è originaria del Valdarno e racconterà di come l’incontro con Dio abbia cambiato la sua vita, fino a quel momento lontana da qualsiasi tipo di vocazione. Lei è una ragazza come ce ne sono tante, amante della discoteca e delle serate in compagnia di amici. La particolarità è che riesce a sentire, e a rispondere, alla chiamata del Signore. Con lei ci sarà anche la donna che sta girando l’Italia per raccontare quanto sia pericolosa la droga. Giorgia Benusiglio a 17 anni «assume» mezza pasticca di ecstasy in discoteca. La ragazza si sente subito male e già in ambulanza le viene diagnosticata una epatite fulminante. Si salverà grazie a un trapianto di fegato. Su questa vicenda ha scritto un libro: «Vuoi trasgredire? Non farti!».

Mercoledì 20 settembre è atteso l’intervento di don Samuele Marelli, giovane responsabile degli oratori delle diocesi lombarde. Il sacerdote milanese parlerà dell’importanza e dell’attualità dell’esperienza educativa dell’oratorio, il luogo per eccellenza dove accogliere i ragazzi in parrocchia.

Poi, nelle settimane successive, mons. Agostinelli assieme ad alcuni giovani, andrà nei sette vicariati della diocesi a presentare il programma pastorale dell’anno e in particolare ad invitare i ragazzi e le ragazze delle parrocchie ad una serie di eventi pensati per loro.

Nuovo anno pastorale: così riparte la vita nelle Diocesi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento