Vita Chiesa
stampa

Pace in Siria: a Pistoia Messa nel rifugio antiaereo e veglia di preghiera

Una Messa per la pace a 20 metri sotto il suolo, in una cappella scavata nella roccia sotto la vecchia fabbrica, oggi dismessa, che produceva pallottole da guerra e poi anche i tondini per i primi euro: una Messa nel rifugio antiaereo costruito 75 anni fa a Campotizzoro, sulla Montagna Pistoiese.

Presiede il vescovo di Pistoia, monsignor Mansueto Bianchi, che ha scelto un luogo unico, un simbolo a forte intensità di suggestione, per aderire all'appello di papa Francesco con una giornata di digiuno per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero.

La celebrazione eucaristica pistoiese è prevista alle ore 11.30 di domenica 8 settembre. «La follia degli uomini sembra oggi di nuovo vicina alla follia della guerra e molto si parla ancora di armi chimiche: ci è sembrato significativo - spiega monsignor Bianchi - celebrare Messa proprio in questo rifugio, sotto terra, dove sono ancora palesi i segni del terrore derivante dai bombardamenti e dalle minacce legate all'uso dei gas».

Sabato 7 la diocesi di Pistoia, in collaborazione con le parrocchie del centro storico cittadino, organizza una «veglia per la pace» nella parrocchia di San Paolo: adorazione eucaristica, preghiera, meditazione e Rosario, con la presenza del vescovo Bianchi. Numerose altre parrocchie del vasto territorio diocesano aderiscono alla veglia di preghiera chiesta dal Papa.

Pace in Siria: a Pistoia Messa nel rifugio antiaereo e veglia di preghiera
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento