Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco, Messa: «la vanità è come una osteoporosi dell’anima»

C’è un’inquietudine «buona», che «ci dà lo Spirito Santo e fa che l’anima sia inquieta per fare cose buone», e c’è «la cattiva inquietudine, quella che nasce da una coscienza sporca». Lo ha detto Papa Francesco, nell’omelia della Messa mattutina a Santa Marta, commentando il Vangelo del giorno, laddove il re Erode è inquieto perché, dopo aver ucciso Giovanni il Battista, ora si sente minacciato da Gesù.

Percorsi: Papa Francesco
Papa Francesco, Messa a Santa Marta (Foto Sir)

«Questa gente – ha precisato il Papa – che ha fatto tanto male, che fa del male e ha la coscienza sporca e non può vivere in pace, perché vive in un prurito continuo, in una orticaria che non li lascia in pace… Questa gente ha fatto il male, ma il male ha sempre la stessa radice, qualsiasi male: la cupidigia, la vanità e l’orgoglio. E tutti e tre non ti lasciano la coscienza in pace; tutti e tre non lasciano entrare la sana inquietudine dello Spirito Santo, ma ti portano a vivere così: inquieti, con paura. Cupidigia, vanità e orgoglio sono la radice di tutti i mali». La vanità, in particolare, «è truccare la propria vita», ha aggiunto Francesco facendo riferimento alla prima lettura, tratta dal Qoelet. «E questo ammala l’anima, perché uno se trucca la propria vita per apparire, per sembrare, e tutte le cose che fa sono per fingere, per vanità, ma alla fine cosa guadagna? La vanità è come una osteoporosi dell’anima: le ossa di fuori sembrano buone, ma dentro sono tutte rovinate. La vanità ci porta alla truffa».

Fonte: Sir
Papa Francesco, Messa: «la vanità è come una osteoporosi dell’anima»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento