Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco, Messa: lo Spirito Santo «non può entrare in un cuore chiuso»

Solo lo Spirito Santo ci insegna a dire: «Gesù è il Signore». Lo ha detto il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta, in cui si è soffermato sulla figura dello Spirito Santo, l'«avvocato», che ci accompagna e «ci dà la sicurezza di essere salvati da Gesù».

Percorsi: Papa Francesco
Messa a Santa Marta (Foto Sir)

Lo Spirito Santo «è il compagno di cammino di ogni cristiano, anche il compagno di cammino della Chiesa», ha spiegato Francesco, secondo il quale lo Spirito Santo è «un dono: il grande dono di Gesù», «quello che non ci fa sbagliare. La Chiesa lo chiama ‘il dolce ospite del cuore’: è qui. Ma in un cuore chiuso non può entrare». Questa, per il Papa, è una preghiera che dobbiamo fare in questi giorni: «Signore, aprimi il cuore perché io possa capire quello che Tu ci hai insegnato. Perché io possa ricordare le Tue parole. Perché io possa seguire le Tue parole. Perché io arrivi alla verità piena». «Io chiedo al Signore la grazia che il mio cuore sia aperto?», la prima domanda di Francesco. La seconda: «Io cerco di ascoltare lo Spirito Santo, le sue ispirazioni, le cose che Lui dice al mio cuore perché io vada avanti nella vita di cristiano, e possa testimoniare anche io che Gesù è il Signore?». «Pensate a queste due cose, oggi», la proposta finale del Papa: «Il mio cuore è aperto, e io faccio lo sforzo di sentire lo Spirito Santo, cosa mi dice. E così andremo avanti nella vita cristiana e daremo anche noi testimonianza di Gesù Cristo».

Fonte: Sir
Papa Francesco, Messa: lo Spirito Santo «non può entrare in un cuore chiuso»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento