Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco ad ambasciatori: «Due popoli hanno fatto un passo di avvicinamento»

«Oggi tutti siamo contenti, perché abbiamo visto come due popoli, che erano allontanati da tanti anni , ieri hanno fatto un passo di avvicinamento». Lo ha detto il Papa, a braccio, nel discorso rivolto agli ambasciatori di Mongolia, Bahamas, Dominica, Tanzania, Danimarca, Malaysia, Rwanda, Finlandia, Nuova Zelanda, Mali, Togo, Bangladesh, Qatar, ricevuti oggi in udienza in occasione della presentazione delle lettere credenziali.

Percorsi: Cuba - Papa Francesco - Usa

Riferendosi, pur senza citarla direttamente, alla decisione dei governi degli Stati Uniti d'America e di Cuba di stabilire relazioni diplomatiche, «Questo è stato portato avanti da ambasciatori, dalla diplomazia», ha proseguito Francesco sempre fuori testo: «È un lavoro nobile il vostro, tanto nobile. Vi auguro che sia fecondo, fruttuoso», ha auspicato. «Vi do un caldo benvenuto e vi auguro che ogni volta che voi entrate in questa casa vi sentiate proprio a casa», le parole d'esordio del Papa: «Tutta la nostra accoglienza e il nostro rispetto per voi e anche per i vostri popoli e i capi dei vostri governi». «Il lavoro dell'ambasciatore - ha spiegato il Papa - è un lavoro di piccoli passi, di piccole cose, ma che finiscono sempre per fare la pace, avvicinare i cuori dei popoli, seminare fratellanza fra i popoli». «E questo è il vostro lavoro, ma con piccole cose, piccoline», ha concluso il Papa.

Fonte: Sir
Papa Francesco ad ambasciatori: «Due popoli hanno fatto un passo di avvicinamento»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento