Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco ai francescani: «Andare oltre le strutture»

«La prospettiva della misericordia è incomprensibile per quanti non si riconoscono ‘minori’, cioè piccoli, bisognosi e peccatori davanti a Dio». A ribadirlo è stato il Papa, ricevendo oggi in udienza l’Ordine dei frati minori, spiegando che «la minorità chiama ad essere e sentirsi piccoli davanti a Dio, affidandosi totalmente alla sua infinita misericordia».

Parole chiave: Francescani (50)
L'udienza di oggi al Francescani Minori

«Quanto più siamo consapevoli di questo, tanto più siamo vicini alla salvezza», ha affermato: «Quanto più siamo convinti di essere peccatori, tanto più siamo disposti ad essere salvati». Così, infatti, accade nel Vangelo: «Le persone che si riconoscono povere davanti a Gesù vengono salvate; chi invece ritiene di non averne bisogno non riceve la salvezza, non perché non gli sia stata offerta, ma perché non l’ha accolta». «Minorità - ha ammonito il Papa - significa anche uscire da se stessi, dai propri schemi e vedute personali; significa andare oltre le strutture - che pure sono utili se usate saggiamente -, oltre le abitudini e le sicurezze, per testimoniare concreta vicinanza ai poveri, ai bisognosi, agli emarginati, in un autentico atteggiamento di condivisione e di servizio».

Essere una congregazione «in uscita», a partire dalla consapevolezza che «la dimensione della fraternità appartiene in maniera essenziale alla testimonianza evangelica». È l’invito del Papa all’Ordine dei frati minori, ai quali ha ricordato che «nella Chiesa delle origini, i cristiani vivevano a tal punto la comunione fraterna da costituire un segno eloquente e attraente di unità e di carità. La gente era stupita nel vedere i cristiani così uniti nell’amore, così disponibili nel dono e nel perdono vicendevole, così solidali nella misericordia, nella benevolenza, nell’aiuto reciproco, unanimi nel condividere le gioie, le sofferenze e le esperienze della vita». «La vostra famiglia religiosa - l’invito di Francesco - è chiamata ad esprimere questa fraternità concreta, mediante un recupero di fiducia reciproca nelle relazioni interpersonali, affinché il mondo veda e creda, riconoscendo che l’amore di Cristo guarisce le ferite e rende una cosa sola». In questa prospettiva, per il Papa «è importante che venga recuperata la coscienza di essere portatori di misericordia, di riconciliazione e di pace. Realizzerete con frutto questa vocazione e missione se sarete sempre più una congregazione «in uscita».

Fonte: Sir
Papa Francesco ai francescani: «Andare oltre le strutture»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento