Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco ai rabbini europei: preoccupazione per tendenze antisemite in Europa

Preoccupazione per «le tendenze antisemite e alcuni atti di odio e di violenza» che purtroppo scuotono ancora oggi l’Europa. Ad esprimerla è stato Papa Francesco ricevendo oggi in Vaticano i membri della delegazione della «Conference of European Rabbis» guidati dal Gran Rabbino di Mosca Pinchas Goldshmidt e dal Rabbino Moché Lewin, rispettivamente presidente e direttore esecutivo della Conferenza.

Percorsi: Ebrei - Europa - Papa Francesco

«Ogni cristiano – ha detto il Papa - non può che essere fermo nel deplorare ogni forma di antisemitismo, manifestando al popolo ebraico la propria solidarietà». Francesco ha quindi ricordato la recente commemorazione del 70° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, che «ha visto il consumarsi della grande tragedia della Shoah». Ed ha affermato: «La memoria di quanto accaduto, nel cuore dell’Europa, serva da monito alla presente e alle future generazioni. Vanno altresì condannate dappertutto le manifestazioni di odio e di violenza contro i cristiani e contro i fedeli di altre religioni».

Nel suo discorso ai membri della Conferenza dei rabbini europei che raggruppa oggi circa 600 rabbini, il Papa ha ricordato un’altra sfida «quanto mai importante» per l’Europa di oggi: quella di «dare rilievo alla dimensione spirituale e religiosa della vita umana». «In una società sempre più segnata dal secolarismo e minacciata dall’ateismo – ha detto il Santo Padre - si corre il rischio di vivere come se Dio non esistesse. L’uomo è spesso tentato di mettersi al posto di Dio, di considerarsi il criterio di tutto, di pensare di poter controllare ogni cosa, di sentirsi autorizzato ad usare tutto ciò che lo circonda secondo il proprio arbitrio». Da qui il ruolo delle comunità religiose. «Ebrei e cristiani hanno il dono e la responsabilità di contribuire a mantenere vivo il senso religioso degli uomini di oggi e della nostra società, testimoniando la santità di Dio e quella della vita umana: Dio è santo, e santa e inviolabile è la vita da lui donata». Papa Francesco si è rallegrato che il dialogo tra la Chiesa cattolica e le comunità ebraiche proceda ormai da quasi mezzo secolo «in maniera sistematica», ricordando a questo proposito il cinquantesimo anniversario della Dichiarazione conciliare Nostra Aetate, che sarà celebrato il prossimo 28 ottobre. «Con gratitudine al Signore, ripensiamo a questi anni rallegrandoci per i progressi fatti e per l’amicizia che, nel frattempo, è andata crescendo tra di noi».

Fonte: Sir
Papa Francesco ai rabbini europei: preoccupazione per tendenze antisemite in Europa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento