Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco, appello per Bosnia e Cina

Un doppio appello: per le popolazioni di Bosnia, Erzegovina e Serbia, colpite dal maltempo che ha mietuto vittime, e per la Cina, con l'auspicio che i cattolici possano continuare a testimoniare la loro fede in condizioni di serena convivenza con il resto della popolazione. A rivolgerlo è stato il Papa, prima di salutare i fedeli di lingua italiana.

«Il mio pensiero - ha esordito - va ancora alle popolazioni di Bosnia ed Erzegovina e Serbia, duramente colpite da allagamenti e inondazioni con perdite di vite umane, numerosi sfollati e ingenti danni. Purtroppo la situazione si è aggravata, pertanto vi invito ad unirvi ala mia preghiera per le vittime e per tutte le persone provate da questa calamità». «Non manchi a questi nostri fratelli la nostra solidarietà e il sostegno concreto della comunità internazionale». Il 24 maggio, ha proseguito il Papa, «ricorre la memoria liturgica della Beata Vergine Maria Aiuto dei Cristiani, venerata con molta devozione nel santuario di Sheshan a Shangai». «Chiedo a tutti i fedeli - il secondo appello - di pregare affinché, sotto la protezione della Madre Ausiliatrice, i cattolici in Cina continuino a credere, a sperare e ad amare e siano, in ogni circostanza, fermento di armoniosa convivenza tra i loro concittadini».

Sabato prossimo, ad Aversa, ha poi ricordato il Papa «verranno proclamati Beati Mario Vergare, sacerdote del Pime, e Isidoro Ngei Ko Lat, fedele laico e catechista, uccisi nel 1950 in Birmania, in odio alla fede cristiana». «La loro eroica fedeltà a Cristo - l'auspicio del Santo Padre - possa essere di incoraggiamento e di esempio ai missionari e specialmente ai catechisti che nelle terre di missione svolgono una preziosa e insostituibile opera apostolica, per la quale tutta la Chiesa è loro grata».

Fonte: Sir
Papa Francesco, appello per Bosnia e Cina
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento