Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: appello per Terra Santa, «guerra chiama guerra, violenza chiama violenza». Auguri ai «fratelli islamici» per Ramadan

Prima dei saluti in lingua italiana, al termine dell'udienza generale, Papa Francesco si è detto molto preoccupato per l'acuirsi delle tensioni in Medio Oriente e ha fatto gli auguri ai «fratelli islamici» per l'inizio del Ramadan

Papa Francesco, udienza generale (Foto Sir)

«Sono molto preoccupato e addolorato per l'acuirsi delle tensioni in Terra Santa e in Medio Oriente, e per la spirale di violenza che allontana sempre più dalla via della pace, del dialogo e dei negoziati». Lo ha detto il Papa, prima dei saluti ai fedeli di lingua italiana che come di consueto concludono l'appuntamento del mercoledì in piazza San Pietro con i fedeli. «Esprimo il mio grande dolore per i morti e i feriti e sono vicino con la preghiera e l'affetto a tutti coloro che soffrono», ha proseguito Francesco: «Ribadisco che non è mai l'uso della violenza che porta alla pace. Guerra chiama guerra, violenza chiama violenza». «Invito tutte le parti in causa e la comunità internazionale a rinnovare l'impegno perché prevalgano il dialogo, la giustizia e la pace», l'appello del Papa. «Dio abbia pietà di noi!», ha aggiunto a braccio dopo aver recitato con i fedeli l'»Ave Maria», «Regina della pace».

«Ai miei fratelli islamici - ha poi proseguito Francesco - il mio augurio cordiale per il mese di Ramadan che inizierà domani. Che questo tempo privilegiato di preghiera e di digiuno aiuti a camminare sulla vita di Dio che è la via della pace».

Fonte: Sir
Papa Francesco: appello per Terra Santa, «guerra chiama guerra, violenza chiama violenza». Auguri ai «fratelli islamici» per Ramadan
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento