Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: arrivato all’aeroporto di Cracovia, cerimonia di accoglienza senza discorsi

È atterrato l’aereo con a bordo il Papa, dopo poco meno di due ore di volo dall’aeroporto di Fiumicino. Ad attendere il Papa, che per la prima volta tocca il suolo polacco, una folla festante ma ordinata dietro le transenne, con le immancabili bandierine bianche e rosse, i colori locali, a sbandierare.

Percorsi: Gmg - Papa Francesco - Polonia
Papa francesco al suo arrivo a Cracovia

(dagli inviati Sir a Cracovia)  Sceso dalla scaletta, Francesco è stato accolto dal presidente della Polonia, Andrej Duda, accompagnato dalla moglie, e dal cardinale Stanislaw Dziwisz, arcivescovo di Cracovia. La cerimonia d’accoglienza non prevede un discorso del Papa all’aeroporto, perché i discorsi di Francesco e del presidente polacco si terranno subito dopo nel Palazzo del Wavel, dove il Papa arriverà con la macchina chiusa e compirà l’ultimo tratto in «papamobile» aperta attraverso la città. Sceso dalla scaletta, dopo i saluti, Papa Francesco ha ricevuto gli onori militari, al grido: «Benvenuto in Polonia». In sottofondo, la banda militare che ha suonato gli inni.

Il messaggio al presidente Mattarella. «Nel momento in cui mi accingo a partire per la Polonia in occasione della Giornata mondiale della gioventù, animato dal vivo desiderio di incontrare i giovani provenienti da tutto il mondo per un significativo raduno nel segno della fede e della fraternità, mi è gradito rivolgere a lei e a tutti gli italiani il mio affettuoso e benaugurante saluto che accompagno con ogni più cordiale ed orante auspicio di pace e di prosperità». È il testo del messaggio inviato dal Papa al presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, com’è consuetudine durante i voli papali che ne sorvolano il territorio.

Fonte: Sir
Papa Francesco: arrivato all’aeroporto di Cracovia, cerimonia di accoglienza senza discorsi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento