Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: dialogo ecumenico ha bisogno di una teologia «fatta in ginocchio»

Il dialogo ecumenico ha bisogno di una teologia “fatta in ginocchio”. Lo ha detto Papa Francesco incontrando ieri mattina in Vaticano la delegazione ecumenica del Patriarcato di Costantinopoli, giunta a Roma per partecipare alla Solennità dei Santi Patroni di Roma, Pietro e Paolo.

“Sappiamo bene - ha detto il Papa - che questa unità è un dono di Dio, un dono al quale l’Altissimo ci dà sin d’ora la grazia di attingere, ogni volta che per la forza dello Spirito Santo riusciamo a guardarci gli uni gli altri con gli occhi della fede, a riconoscerci per quello che siamo nel piano di Dio, nel disegno della sua eterna volontà, e non per ciò che le conseguenze storiche dei nostri peccati ci hanno portato ad essere. Se impareremo, guidati dallo Spirito, a guardarci sempre gli uni gli altri in Dio, sarà ancora più spedito il nostro cammino e più agile la collaborazione in tanti campi della vita quotidiana che già ora felicemente ci unisce”. “Questo sguardo teologale - ha proseguito il Papa - si nutre di fede, di speranza, di amore; esso è capace di generare una riflessione teologica autentica, che è in realtà vera scientia Dei, partecipazione allo sguardo che Dio ha su se stesso e su di noi. Una riflessione che non potrà che avvicinarci gli uni agli altri, nel cammino dell’unità, anche se partiamo da prospettive diverse”.

Fonte: Sir
Papa Francesco: dialogo ecumenico ha bisogno di una teologia «fatta in ginocchio»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento