Vita Chiesa
stampa

Papa Francesco: treno bambini, «quando non preghiamo, il cuore è di ghiaccio»

Siate ragazzi capaci di volare liberi con l’aiuto di Gesù, perché lontani da lui rischiate di avere il cuore «di ghiaccio e pietra». È l’augurio che Papa Francesco ha rivolto ai circa 200 ragazzi giunti per la terza volta in Vaticano con il «Treno dei bambini». 

Percorsi: Bambini - Papa Francesco
Il Papa con i bambini arrivati in Vaticano con il Treno dei bambini

L’iniziativa, organizzata dal «Cortile dei Gentili», è rivolta a minori in situazioni disagiate, figli e figlie di detenuti e detenute provenienti da Roma, Civitavecchia, Latina, Bari e Trani. Quest’anno, il tema dell’appuntamento è stato il «Volo», un modo per alleggerire la quotidianità di piccoli che vivono separati dai genitori. I piccoli, rispondendo al Papa su «come si vola», hanno detto «con i sogni!». Il Pontefice ha rilanciato: «Con i sogni! E cosa si sogna? Tutto quello che tu vuoi! Che bello! E se tu vuoi andare a trovare il tuo papà, la tua mamma, tua zia, lo zio, il nonno, la nonna, gli amici, tu puoi andare volando con la fantasia…». Il Santo Padre ha rivolto, poi, una «domanda difficile»: «Un bambino, un ragazzo, una ragazza che non riesce a sognare, come è?». «È infelice!». Sì, ha sottolineato Francesco, «infelice! Perché sognare ti apre le porte della felicità. Invece chi non sogna è chiuso, ha il cuore» come «il ghiaccio! Ghiacciato! È così». «È come una pietra», ha detto un bambino.

Il Papa ha ancora incalzato i bambini: «Quando uno ha la possibilità che il cuore diventi un ghiaccio o una pietra?». Un bambino ha risposto: «Quando non sogniamo!». E Francesco ha aggiunto: «Quando non sogniamo, quando non preghiamo!». Un piccolo ha rilanciato: «E quando non ascoltiamo la parola…». Il Pontefice ha invitato a ripetere: «Quando non ascoltiamo… Dillo forte! Vieni, vieni… Tu hai detto una cosa bellissima! Dillo qui a tutti. Il cuore diventa pietra o ghiaccio quando?». Una bambina ha detto: «Quando non ascoltiamo la Parola di Dio e di Gesù!». Il Santo Padre, allora, ha esclamato: «Sei stata brava! Sei stata brava! Sì, anche tu». Quindi, ha invitato a «non dimenticare questo: volare con i sogni…». E ancora: «Non smettete mai di sognare! Anche - come ha detto lei - di ascoltare la Parola di Gesù, perché ascoltando la Parola di Dio uno si fa grande, allarga il cuore e ama tutti». Dopo la recita del Padre Nostro e la benedizione del Papa, è ripreso il dialogo: «Cosa è meglio avere il cuore fermo o avere un cuore che vola?», ha chiesto Francesco. «Che voli!», hanno risposto i bambini. «Cosa è meglio pregare o non pregare?», ha domandato il Papa. «Pregare!», hanno detto i piccoli. E ancora: «Cosa è meglio ascoltare la Parola di Dio o non ascoltare niente?». «Ascoltare la Parola di Dio!», la risposta. 

Papa Francesco: treno bambini, «quando non preghiamo, il cuore è di ghiaccio»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento