Vita Chiesa
stampa

Papa a Cuba: Angelus, «avere cuore attento a necessità degli altri»

Come i discepoli «anche noi siamo tentati di fuggire dalle nostre croci e dalle croci degli altri, di allontanarci da chi soffre». Lo ha detto, ieri, Papa Francesco, al termine della Messa a Cuba, prima di recitare l’Angelus.

Percorsi: Cuba - Papa Francesco
Messa a Cuba

Alla Vergine «chiediamo che ci insegni a stare vicino alla croce del fratello che soffre. Che impariamo a vedere Gesù in ogni uomo sfinito sulla strada della vita; in ogni fratello affamato o assetato, che è spogliato o in carcere o malato. Insieme alla Madre, sotto la croce, possiamo capire chi è veramente ‘il più grande’, e che cosa significa essere uniti al Signore e partecipare alla sua gloria», ha affermato il Pontefice, che ha invitato anche a imparare «da Maria ad avere il cuore sveglio e attento alle necessità degli altri». Il Santo Padre ha esortato a pregare Maria «per coloro che hanno perso la speranza, e non trovano motivi per continuare a lottare; per quanti soffrono l’ingiustizia, l’abbandono e la solitudine; preghiamo per gli anziani, i malati, i bambini e i giovani, per tutte le famiglie in difficoltà, perché Maria asciughi le loro lacrime, li consoli con il suo amore di Madre, restituisca loro la speranza e la gioia. Madre santa, ti affido questi tuoi figli di Cuba: non abbandonarli mai!».

Fonte: Sir
Papa a Cuba: Angelus, «avere cuore attento a necessità degli altri»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento