Vita Chiesa
stampa

Papa in Azerbaijan: Angelus, «senza paura, avanti!»

«Coraggio! Avanti! Go ahead! Senza paura, avanti!». È l’incoraggiamento al popolo azero, pronunciato ieri dal Papa, che ha terminato la recita dell’Angelus parlando a braccio (testo integrale).

Messa del Papa a Baku

«Qualcuno può pensare che il Papa perde tanto tempo», ha esordito: «Fare tanti chilometri di viaggio per visitare una piccola comunità di 700 persone, in un Paese di 2 milioni… Eppure è una comunità non uniforme, perché fra voi si parla l’azero, l’italiano, l’inglese, lo spagnolo… tante lingue… È una comunità di periferia». «Ma il Papa, in questo, imita lo Spirito Santo», ha spiegato Francesco dalla chiesa dell’Immacolata a Baku: «Anche lui è sceso dal cielo in una piccola comunità di periferia chiusa nel Cenacolo. E a quella comunità che aveva timore, si sentiva povera e forse perseguitata, o lasciata da parte, dà il coraggio, la forza, la parresia per andare avanti e proclamare il nome di Gesù! E le porte di quella comunità di Gerusalemme, che erano chiuse per la paura o la vergogna, si spalancano ed esce la forza dello Spirito. Il Papa perde il tempo come lo ha perso lo Spirito Santo in quel tempo!». «Soltanto due cose sono necessarie», ha ripreso Francesco: «In quella comunità c’era la Madre – non dimenticare la Madre! -; e in quella comunità c’era la carità, l’amore fraterno che lo Spirito Santo ha riversato in loro. Coraggio! Avanti! Go ahead! Senza paura, avanti!».

(testo integrale)

Fonte: Sir
Papa in Azerbaijan: Angelus, «senza paura, avanti!»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento