Vita Chiesa
stampa

Papa negli Usa: ai detenuti, reinserimento perché «reclusione non è espulsione»

«Sono venuto come pastore ma soprattutto come fratello a condividere la vostra situazione e a farla anche mia; sono venuto perché possiamo pregare insieme e presentare al nostro Dio quello che ci fa male e anche quello che ci incoraggia, e ricevere da Lui la forza della Risurrezione». Ha esordito così Papa Francesco, nel suo discorso (testo integrale) ai  detenuti incontrati il 27 settembre nell’Istituto di correzione Curran-Fromhold, il maggior carcere di Philadelphia.

Percorsi: Carceri - Papa Francesco - Usa
L'incontro del Papa con i detenuti

Nel richiamare il gesto di Gesù della lavanda dei piedi, il Pontefice ha osservato: «Gesù ci cerca», vuole «curare i nostri piedi dalle piaghe di un cammino carico di solitudine, pulirci dalla polvere», vuole che «torniamo alle strade, alla vita», sentendo che «questo tempo di reclusione non è stato mai sinonimo di espulsione». «Tutti . ha aggiunto – abbiamo bisogno di essere purificati, di essere lavati, tutti, io per primo». «È penoso – ha osservato - riscontrare a volte il generarsi di sistemi penitenziari che non cercano di curare le piaghe, guarire le ferite, generare nuove opportunità».

«Questo momento nella vostra vita – ha detto ancora il Papa ai detenuti - può avere un unico scopo: tendere la mano per riprendere il cammino, tendere la mano che aiuti al reinserimento sociale», un reinserimento «di cui tutti facciamo parte», «cercato e desiderato da tutti: reclusi, famiglie, funzionari, politiche sociali e educative. Il reinserimento sociale «benefica ed eleva il livello morale di tutta la comunità». Di qui l’invito a lavorare per creare nuove opportunità per detenuti, familiari, funzionari; «un’opportunità per tutta la società». «Tutti – ha concluso – abbiamo qualcosa da cui essere puliti, purificati. Che tale consapevolezza ci risvegli alla solidarietà, a sostenerci e a cercare il meglio per gli altri».

Fonte: Sir
Papa negli Usa: ai detenuti, reinserimento perché «reclusione non è espulsione»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento