Vita Chiesa
stampa

Prato, a S. Maria delle Carceri 533° anniversario dell’evento miracoloso. Domenica 9 ospite il card. Simoni

Sarà «Per asciugare le lacrime di molti con Maria» il titolo della serata-evento promossa dalla parrocchia di Santa Maria delle Carceri di Prato per ricordare il 533° anniversario dell’evento miracoloso che portò alla costruzione della basilica.

Il card. Ernest Simoni con Papa Francesco

Tra gli ospiti che domenica 9 luglio, dalle 21.15, «racconteranno esperienze di estrema difficoltà subite nel corso della vita e di come la fede sia arrivata in loro soccorso» ci sarà anche il card. Ernest Simoni, «invitato – si legge in una nota – per parlare della sua terribile storia di uomo incarcerato, torturato e costretto per anni ai lavori forzati a causa della sua appartenenza fedele alla Chiesa». «Ci racconterà come ha resistito, dove ha trovato forza e consolazione per andare avanti», spiega il parroco, mons. Carlo Stancari. «Alla sua testimonianza – prosegue – si aggiungeranno altre storie di lacrime versate, come la violenza sulle donne, la perdita del lavoro e della casa. Vicende di oggi verso le quali siamo chiamati a non rimanere fermi ma ad ‘asciugare’ le lacrime dei sofferenti».

Domani, mercoledì 5 luglio, alla vigilia della festa di Santa Maria delle Carceri, si svolgerà alle 21 la processione mariana da piazza san Rocco alla basilica. Giovedì 6, nel giorno in cui si fa memoria della manifestazione prodigiosa avvenuta nel 1484 – quando l’immagine della Madonna, dipinta sul muro delle antiche carceri si animò davanti al piccolo Jacopino Belcari – alle 12 è in programma l’atto di affidamento con supplica a Maria mentre alle 19 il vescovo di Prato, mons. Franco Agostinelli presiederà la celebrazione eucaristica.

Prato, a S. Maria delle Carceri 533° anniversario dell’evento miracoloso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento