Vita Chiesa
stampa

Prato, mons. Agostinelli. «È l’ora dell’impegno coerente e competente»

«Non lasciamoci rubare la speranza di un mondo migliore!». È il monito lanciato dal vescovo di Prato, monsignor Franco Agostinelli, durante l’omelia pronunciata questa mattina, sabato 26 dicembre, in occasione del pontificale per il patrono santo Stefano. 

Mons. Franco Agostinelli durante il pontificale (Foto Sir)

«Coraggio fratelli e sorelle – ha affermato – questa è l’ora dell’impegno coerente e competente con quello spirito di servizio che Papa Francesco ci ha ricordato nella sua recente visita». Il presule ha invitato a un «rinnovamento» della vita diocesana, proseguendo il «cammino di cambiamento e, se necessario, di riforma». E ha chiesto anche «suggerimenti per le necessarie ‘conversioni pastorali’ sia per il mio ministero episcopale che per gli organismi della curia diocesana», da far giungere «senza dare giudizi sulle persone e tanto meno sulle intenzioni che hanno animato e animano coloro che hanno portato e stanno portando il peso e le responsabilità del discernimento vigile per presiedere nella carità». «Oggi più che mai c’è bisogno di cristiani che vivano a fondo l’esigenza evangelica, in modo aperto e gioioso, mentre si inseriscono in pieno nei compiti umani», ha evidenziato il presule, per il quale tutti «non abbiano timore ad impegnarsi» nei diversi ambiti pubblici e sociali. «Se abbiamo avuto e abbiamo nella città dell’uomo una grande funzione samaritana, bisogna che i laici cristiani, occupino lo spazio loro proprio, come primo ambito missionario che mira al bene comune». Infine l’indicazione a continuare il confronto e il dialogo su tematiche ed emergenze «che domandano una sapiente lettura e proposta nelle prospettiva cristiana».

Prato, mons. Agostinelli. «È l’ora dell’impegno coerente e competente»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento