Vita Chiesa
stampa

Rabbini europei in udienza dal Papa: uniti contro antisemitismo e persecuzione dei cristiani

I leader religiosi uniti contro ogni forma di violenza e odio, contro il dilagare in Europa dell’antisemitismo e la persecuzione in Medio Oriente dei cristiani. Di questo i rabbini europei hanno parlato oggi con Papa Francesco nel primo incontro della Conferenza dei rabbini europei con il Santo Padre.

L'incontro di Francesco con la delegazione dei rabbini europei (Foto Sir)

A raccontare al Sir quanto è successo durante l’udienza di questa mattina in Vaticano è Moshé Lewin, direttore esecutivo della Conferenza. Prima dei discorsi ufficiali i rabbini hanno potuto scambiare personalmente qualche parola con il Papa. «Gli abbiamo detto che questo incontro per noi è molto importante perché avviene alla vigilia del cinquantesimo della dichiarazione Nostra Aetate, e perché è un primo incontro che lascia presagire nuove relazioni rafforzate».

Abbiamo parlato della secolarizzazione che sta svuotando la società di senso. Abbiamo espresso la comune preoccupazione per l’aumento significativo e drammatico dell’antisemitismo in Europa, per la persecuzione dei cristiani di Oriente e l’aumento dell’estremismo islamico». Secondo il rapporto annuale del Kantor Center, l’antisemitismo in Europa è aumentato del 40% nel 2014, con il risultato di spingere un crescente numero di ebrei a interrogarsi sul proprio futuro nel Vecchio Continente. Le cifre sono eloquenti: nell’anno appena passato ci sono stati 766 «episodi di violenza» rispetto ai 554 del 2013.

La maggior parte dei casi è stata registrata in Francia (164) e in Gran Bretagna (141). Consistenti aumenti anche in Germania (da 36 a 76), Svezia (da 3 a 17) e Australia (da 11 a 30). Il rabbino Lewin si sofferma sulla situazione francese dopo gli attentati di Parigi: «Oggi davanti a tutte le scuole ebraiche ci sono militari e potete immaginare cosa significhi per noi portare i nostri figli di 5 e 6 anni a scuola con persone che per difenderci hanno la mitragliatrice in mano. È drammatico anche se necessario. Tutti i responsabili religiosi devono lottare contro tutti gli estremismi. Dobbiamo chiedere ai leader spirituali di bandire dalle predicazioni tutto ciò che può condurre all’odio e alla violenza».

Piena solidarietà, infine, per la situazione vissuta dai cristiani d’Oriente: «Deve essere condannata con forza ogni forma di persecuzione e soprattutto chiedere ai governi di agire per fermare questo massacro perché se si lascia fare, si rischia di arrivare al genocidio. Non amo fare comparazioni tra i genocidi. Ma non dobbiamo permettere che ci siano in atto simili persecuzioni. E noi che abbiamo vissuto questo tipo di dramma e di genocidio, dobbiamo essere i primi a condannare, i primi testimoni perché sappiamo dove può arrivare l’odio».

Prima dei discorsi ufficiali, i membri della delegazione ebraica hanno potuto scambiare personalmente qualche parola con Papa Francesco, il quale ha donato a ciascun presente una medaglia pontificia. I rabbini hanno invece donato al Papa un piccolo orologio personalizzato con la raffigurazione della sacralità del tempo.

Fonte: Sir
Rabbini europei in udienza dal Papa: uniti contro antisemitismo e persecuzione dei cristiani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento