Vita Chiesa
stampa

Sindone: ieri il cammino delle Confraternite, segno di speranza e solidarietà

Simboli di sofferenza, ma anche di gloria, 80 giganteschi crocifissi in legno, argento e oro sono stati i protagonisti del XXIII Cammino delle Confraternite delle diocesi d’Italia, che si è tenuto ieri a Torino.

Percorsi: Confraternite - Sindone
Confraternite (Foto Sir)

I 10mila partecipanti si sono ritrovati in piazza Arbarello, dove la Messa presieduta da monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino e custode pontificio del Telo, ha preceduto l’inizio della sfilata. Intanto - prima e dopo la processione - il passaggio davanti alla Sindone ha costituito il cuore dell’incontro. Le Confraternite sono giunte da tutta Italia: Piemonte e Umbria, Sicilia e Lombardia, Abruzzo, Lazio, Sardegna, Marche, Toscana e Liguria. «Voi siete i semi della speranza che Dio porta all’uomo - ha affermato mons. Nosiglia nella sua omelia -. Campioni di devozione popolare e testimoni del Vangelo e della carità e della misericordia che tutti dobbiamo portare ai nostri fratelli. Manifestazione di quell’amore più grande che è motto e centro di quest’ostensione». Le 100 Confraternite che hanno preso parte al Cammino, sin dal Medioevo, affiancano la Chiesa nei compiti di sostegno e assistenza ai bisognosi. «Instaurano relazioni autentiche, costruiscono ponti di solidarietà, di riconciliazione e di misericordia», ha detto mons. Mauro Parmeggiani, assistente ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia.

«Di fronte alle difficoltà di ieri e di oggi, a conforto delle debolezze e fragilità umane, portiamo il nostro aiuto, con coerenza e impegno cristiano - ha precisato mons. Parmeggiani -. Stiamo lavorando sull’evangelicità e sulla missionarietà, secondo l’invito di Papa Francesco. Cerchiamo di dare così autentica interpretazione a questo amore più grande cui siamo chiamati». I progetti della Confederazione sono articolati. Ci sono Confraternite che curano gli oratori o collaborano con centri di adozioni a distanza, altre gestiscono mense per i poveri e banchi alimentari, aiutano anziani e malati, portano conforto alle persone sole, collaborano alla manutenzione di chiese antiche e cimiteri, si occupano dell’accompagnamento dei defunti nel corso delle cerimonie funebri. «Nei lunghi secoli della nostra esistenza abbiamo saputo evolverci, adeguare il nostro servizio alle esigenze della società in mutamento - ha osservato Francesco Antonetti, presidente della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia -. E, quanto è più importante, aggreghiamo sempre più giovani, che rappresentano il nostro futuro, la certezza della nostra continuità».

Fonte: Sir
Sindone: ieri il cammino delle Confraternite, segno di speranza e solidarietà
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento