Vita Chiesa
stampa

Sinodo: card. Tartaglia (Glasgow), «compassione» per famiglie «separate, tradite o divorziate»

«Dobbiamo avere compassione per il dolore e la lacerazione dei cuori umani causata dalla separazione, dal tradimento e dal divorzio». Lo ha detto il cardinale Philip Tartaglia, arcivescovo di Glasgow, nell'omelia pronunciata durante la preghiera dell'Ora Terza, con cui si è aperta in Vaticano la Quinta Congregazione del Sinodo straordinario sulla famiglia.

«Quando le famiglie si rompono», l'analisi del cardinale, la «prima causa» è l'amore degli sposi che «si trasforma molto velocemente in odio». Così, «l'intima comunione di vita è rimpiazzata da una terribile logica di divisione. La pace del cuore dei bambini è minacciata e si trovano sia ad amare, sia nello stesso tempo a odiare i loro genitori». In queste situazioni, ha detto il cardinale, la Chiesa «deve trovare una via per pronunciare le parole d'amore di san Paolo, che «ci incoraggia a trovare una via per mantenere il santo proposito di Dio nel matrimonio e nella famiglia, sostenendo anche coloro per i quali questo proposito diventa quasi impossibile da raggiungere». «Quando il perdono non è indifferenza ma genuina e spesso faticosamente conquistata riconciliazione - ha concluso il card. Tartaglia - genera nuova fiducia, nuova speranza, nuovo coraggio e nuova fedeltà, una pagina nuova nella storia d'amore del marito e della moglie e dei loro figli».

Fonte: Sir
Sinodo: card. Tartaglia (Glasgow), «compassione» per famiglie «separate, tradite o divorziate»
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento