Vita Chiesa
stampa

Sinodo famiglia: p. Lombardi, «La Relazione finale c’è». Precisazioni su una lettera al Papa

«La Relazione Finale c’è, non è scomparsa da nessuna parte: quello che non sappiamo con precisione è cosa il Papa decide di farne, e quindi se e quando verrà pubblicata come tale o no». Lo ha detto padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede, durante il briefing di oggi sul Sinodo.

Parole chiave: Federico Lombardi (142)
Una conferenza stampa durante il Sinodo (Foto Sir)

Riferendosi ad alcune notizie circolate su una presunta «sparizione» del documento, il portavoce vaticano ha invece ricordato l’iter con cui si arriverà al testo, già illustrato dal cardinale Baldisseri: «I Circoli daranno i loro ‘modi’, e i ‘modi’ saranno utilizzati e integrati sulla base dell’Instrumentum laboris e così si arriva in tre parti di lavoro a comporre la Relatio Finalis, documento che verrà ripresentato ai padri e da loro discusso». La Relatio, infatti, verrà presentata sabato 24 mattina in Aula, per essere sottoposta nel pomeriggio al suffragio dell’Assemblea e, «conformemente alla natura del Sinodo, viene consegnata al Santo Padre al quale competono le decisioni in merito». Nell’Ordo Synodi, ha ricordato inoltre padre Lombardi, «è previsto che il consenso dei padri si esprima in proposizioni oppure in altri documenti, che sono sottoposti a votazioni e poi offerto al Santo Padre per una sua valutazione». L’anno scorso, ad esempio – ha ricordato il portavoce vaticano – «il Papa ci ha comunicato il pomeriggio del sabato che voleva rendere pubblico il documento» con cui si è conclusa la prima fase del Sinodo.

A proposito di alcune indiscrezioni di stampa su una lettera inviata da 13 cardinali al Papa con alcune obiezioni circa la metodologia sinodale, padre Lombardi ha risposto: «Non ho avuto questo documento, non sono in grado di verificare se corrisponda a una realtà oppure no: dovrebbe essere il Papa a dirci se l’ha ricevuto oppure no». «Si tratta di un documento riservato, non ho nulla da dire o commentare», ha detto Lombardi ai giornalisti: «Quello che posso dire è che alcuni cardinali cominciano a dire che non l’hanno firmato. Due di essi, i cardinali Vingt-Trois e Scola, hanno detto esplicitamente a chi li ha interrogati di non aver mai firmato nulla di simile». A una domanda sull’impatto che questa presunta lettera ha provocato sui 270 padri sinodali, il portavoce vaticano ha ricordato che «il cardinale Baldisseri, nel suo intervento del secondo giorno del Sinodo, ha ribadito l’iter e le procedure e il Papa ha confermato questo. Io non ho sentito altro: il Papa ha detto che è questo il modo in cui procediamo».

Al Sinodo ci sono stati «alcuni nutriti interventi» sulla comunione ai divorziati risposati, ha riferito ancora padre Federico Lombardi, durante il briefing di oggi. «Alcuni, pochi e precisi – ha specificato – erano su una posizione negativa riguardo alla comunione ai divorziati risposati». La «rigidità» su questa posizione, ha precisato però il portavoce vaticano, è inserita «nel contesto dell’attenzione per tutte le persone che si trovano in situazioni difficili, per le quali bisogna trovare modi per far sentire l’integrazione e la vicinanza della Chiesa». Sabato ci sono stati – ha riferito p. Lombardi – 43 interventi tra la fine della mattinata e tutto il pomeriggio, già dedicati alla terza parte dell’Instrumentum laboris. Questa mattina è cominciato il lavoro dei Circoli Minori sulla seconda parte dell’Instrumentum laboris, che proseguirà mercoledì mattina, mentre il dibattito sulla terza parte continuerà giovedì. «Nutriti interventi» anche sulla «non assoluta fissità degli insegnamenti della Chiesa e della teologia a proposito della questione del matrimonio e dei sacramenti riguardo al matrimonio», a partire da una «certa coscienza storica dei cambiamenti che ci sono stati nel corso dei secoli, di carattere disciplinare o dottrinale». «Qualche accenno», infine, alla riforma del processo per il riconoscimento della nullità del matrimonio.

Fonte: Sir
Sinodo famiglia: p. Lombardi, «La Relazione finale c’è». Precisazioni su una lettera al Papa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento