Vita Chiesa
stampa

Un'estate sui monti dello Spirito

Estate, non solo tempo di vacanza: per molte persone è anche il tempo ideale per cercare pace, silenzio, serenità, silenzio. Tempo per la meditazione e la contemplazione. La Toscana in questo senso ha molto da offrire: conventi, eremi, monasteri accolgono pellegrini e visitatori. E in estate propongono anche periodi di ritiro, attività culturali, iniziative rivolte a gruppi e singole persone, con  proposte specifiche anche per giovani o famiglie. Ecco un elenco di alcuni dei luoghi di spiritualità più amati.

Parole chiave: santuari (24)
Camaldoli

Camaldoli
Camaldoli, nelle Foreste Casentinesi, è un luogo pieno di storia, in uno scenario di straordinaria bellezza. La comunità monastica di Camaldoli offre, anche durante tutto il periodo estivo, accoglienza sia nel monastero che all’eremo. Specialmente nella Foresteria del Monastero, sono molte le proposte strutturate: settimane di convegni e di esercizi spirituali, incontri per giovani, ritiri. È anche possibile fruire di una ospitalità «libera», al di fuori di tali proposte. C’è anche la disponibilità di alcune case coloniche, situate nei pressi di Camaldoli, dove è possibile un soggiorno autogestito per famiglie e gruppi.

Le «Settimane di Camaldoli», su vari ambiti (settimana biblica, liturgica, teologica, monastica...) prevedono l’alternarsi di lezioni frontali e momenti di dibattito con i relatori, e in certi casi il confronto all’interno di laboratori di gruppo. Le Settimane sono caratterizzate da una sensibilità ecumenica: ove possibile, è previsto l’intervento di esponenti di altre Chiese cristiane.

La comunità monastica riserva alcuni momenti di incontro in modo particolare ai giovani fino ai 30 anni (dal 18 al 23 agosto). Nel programma anche una settimana di incontro e riflessione per famiglie (10-17 agosto). Per informazioni e prenotazioni: www.camaldoli.it tel. 0575 556013 - fax 0575 556001 - orario della segreteria: 9-12.30 / 14.30-18.30 (lunedì-venerdì).

 

La Verna
Il santuario della Verna, sull’Appennino Toscano, è il luogo delle «stimmate» di San Francesco. Per i singoli ed i gruppi che vogliono fermarsi nel Santuario è possibile trovare diverse tipologie di accoglienza. Dalla foresteria dove singoli, famiglie e gruppi possono fermarsi qualche giorno, per pregare assieme ai frati e per riposarsi; al Refettorio del pellegrino c’è la possibilità di avere ad un prezzo conveniente pasti e servizio bar; al «Tau», luogo in cui è possibile condividere  momenti di preghiera comunitaria con i frati; all’oratorio «Pastor Angelicus» dove si tengono convegni, corsi di aggiornamento, esercizi spirituali, e si può anche soggiornare; ed infine alla Casa di preghiera aperta per coloro, singoli o piccoli gruppi, che desiderano ritagliarsi alcuni momenti di riflessione e preghiera.

In questi luoghi, specificamente per il bimestre estivo, la comunità francescana organizza esperienze di preghiera, lavoro e fraternità (4-10 agosto) e attività culturali come i celebri concerti del Festival internazionale di musica d’organo (a ingresso libero) tutti i mercoledì sera di luglio e agosto.

Tra le proposte, esercizi spirituali per laici in chiave francescana dal 21 al 26 luglio; corso di spiritualità francescana sul tema della sofferenza e della consolazione, dal 18 al 23 agosto; incontro vocazionale per i giovani, dall’11 al 16 agosto e poi dall’1 al 6 settembre. In agosto anche due settimane (8-15 e 16-23) dedicate ai fidanzati. Nella notte tra il 16 e il 17 settembre, infine, la consueta veglia delle Stimmate.

Per un dettagliato consulto delle attività visitare il sito www.santuariolaverna.org o chiamare al numero 0575/5341.

 

Vallombrosa
L’abbazia di Vallombrosa – fondata da san Giovanni Gualberto nel 1036 – come ogni anno organizza una serie di appuntamenti di riflessione e di approfondimento per il periodo estivo. I monaci, fedeli all’insegnamento della Regola di san Benedetto, hanno attivato un centro di spiritualità e di cultura religiosa aperto a tutti, per accogliere coloro che desiderano fare un’esperienza forte di Dio, nell’ascolto della sua Parola, nel silenzio e nella partecipazione alla preghiera corale dei monaci. «L’accoglienza degli ospiti - spiegano i monaci - è quindi orientata alla dimensione spirituale e non alla semplice vacanza “alternativa”, oggi di moda, che non lascia tracce nel vissuto personale e che non è in linea con gli scopi che si prefigge la comunità monastica». Nel programma, dal 30 giugno al 5 luglio un corso di Lectio Divina sugli Atti degli Apostoli guidata dall’Abate Giuseppe Casetta.

Da lunedì 7 a sabato 12 luglio, corso di spiritualità sul Cantico dei Cantici. L’11 e 12 luglio, celebrazioni in onore di San Giovanni Gualberto, Fondatore di Vallombrosa e Patrono dei Forestali d’Italia. Dal 13 al 19, corso filosofico-psicologico; dal 21 al 26, esercizi spirituali.  Tra luglio e agosto è previsto anche un corso di canto gregoriano; in agosto  un corso biblico sul Vangelo di Marco con il biblista don Stefano Tarocchi, preside della Facoltà teologica dell’Italia centrale. Dal 18 al 23, corso sulla preghiera; dal 25 al 30 agosto, corso di erboristeria in collaborazione con il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

Prenotazioni e informazioni: Abbazia di Vallombrosa, tel. 055/862074 (Centro di Spiritualità) o 055/862251 (Abbazia), www.vallombrosa.it

Monte Oliveto
L’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, Casa Madre della Congregazione Benedettina di S. Maria di Monte Oliveto, è sorta per iniziativa del Beato Bernardo Tolomei (1272 - 1348) che scelse come norma di vita la Regola di S.Benedetto. Il luogo è uno stupendo esempio di bellezza naturale, artistica e spirituale. Sul colle, al centro delle «crete senesi», svetta, nel perimetro di quasi un chilometro quadrato, una selva di cipressi che frammisti a pini, querce, olivi formano un parco meraviglioso. Nel centro, rosso e solenne sorge il monastero che è Abbazia territoriale e Archicenobio della Congregazione.

L’Abbazia è aperta all’ospitalità secondo la millenaria tradizione benedettina per offrire un ristoro fisico e spirituale a singoli e gruppi, nuclei familiari, pellegrini, convegni culturali-religiosi, attività pastorali e campi scuola che desiderano soggiornare in un luogo suggestivo e tranquillo. È possibile per tutti partecipare alla Liturgia insieme alla Comunità Monastica.

La visita all’Abbazia è regolata dal susseguirsi della tipica vita monastica, con rigidi orari di apertura e di chiusura, annunciati dall’inequivocabile suono di una campanella. La Messa conventuale, in canto gregoriano, viene celebrata alle 18.15 nei giorni feriali (insieme ai Vespri) e alle 11 la Domenica e i giorni festivi.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.monteolivetomaggiore.it o chiamare al numero 0577/707652.

Montesenario
Il convento sorge sulle colline tra Firenze e il Mugello: inizialmente era il luogo di eremitaggio dei Sette Santi, fondatori dell’ Ordine dei Servi di Maria. La tradizione fa risalire al 31 maggio 1234  la salita sul Monte Senario dei primi Sette Padri, nella vigilia della solennità dell’Ascensione. I frati saliti sulla cima del monte costruirono una casetta come loro prima abitazione.

Oggi la struttura è attorniata da un paesaggio di particolare bellezza; offre i propri spazi a laici e religiosi intenzionati a ritemprare il proprio spirito. Per maggiori informazioni visitare il sito www.montesenario.it oppure telefonare al numero 055/406441.

Un'estate sui monti dello Spirito
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento