Agricoltura

Ultimi contenuti per il percorso 'Agricoltura'

«Tra pioggia e neve a novembre è caduto il 38% in più di precipitazioni che hanno mandato in tilt l’Italia tra blocchi stradali, frane, allagamenti e black out elettrici che hanno coinvolto le campagne dove, con l’emergenza per pulire le strade, sono stati mobilitati migliaia di agricoltori con trattori utilizzati come spalaneve e spandiconcime adattati per la distribuzione del sale contro il gelo». È quanto afferma la Coldiretti commentando l’analisi condotta sulla base dei dati Ucea relativi alla prima decade di novembre. 

Rischiavano l'estinzione. Oggi possono rappresentare nuove occasioni di sviluppo per l'agricoltura toscana. Sono oltre 700 su un totale di 871 le varietà di frutta, ortaggi, cereali, foraggi «autoctoni» e di razze animali della Toscana che rischiavano di scomparire e che sono state mantenute in vita grazie al sistema di salvaguardia della biodiversità agricola della Regione Toscana basato sulla sapiente azione dei Coltivatori Custodi e sulle «Banche del Germoplasma».

Valorizzare l'agricoltura, in tutti i suoi aspetti, economico, sociale, occupazionale e ambientale, e sostenerne i processi di conoscenza e di crescita attraverso progetti di formazione, informazione e di approfondimento tecnico-scientifico. E' questo in estrema sintesi il contenuto del protocollo d'intesa tra Regione Toscana e Accademia dei Georgofili presentato oggi a Firenze in una conferenza stampa cui hanno preso parte i due firmatari dell'intesa, l'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi e il presidente dell'Accademia dei Georgofili Giampiero Maracchi.

«Il G7 dell’agricoltura di Bergamo si chiude con molte buone intenzioni ma un sostanziale nulla di fatto per la lotta alla fame e malnutrizione nella parte più povera del mondo». Così la Coalizione italiana contro la povertà (Gcap Italia) a cui aderiscono di più di 60 organizzazioni della società civile, commenta gli esiti del G7 dell’agricoltura di Bergamo, dov’è stata rappresentata da Action, ActionAid, Cesvi, Oxfam e Save the Children.

«Dal pesce alla frutta, dai ristoranti ai caffè il volume d’affari delle agromafie è salito a 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30% nel 2017 con attività che riguardano l’intera filiera del cibo, della sua produzione, trasporto, distribuzione e vendita». Lo afferma la Coldiretti, in riferimento all’operazione che ha portato agli arresti di presunti appartenenti al clan Rinzivillo.

«Dove c'è passione non c'è fatica»: è lo slogan con cui si presentano gli agricoltori «bioeroici» dell'Alta Versilia in occasione della loro festa organizzata per domenica 1° ottobre a Cardoso di Stazzema. Un'intera giornata di eventi per conoscere quanti continuano a impegnarsi in produzioni di qualità in un territorio di grande bellezza ma certo disagiato, che ha anche necessità di essere il più possibile vissuto e presidiato, come ha dimostrato l'alluvione del giugno 1996 che distrusse proprio il paese che ospita la manifestazione