Terremoti

Ultimi contenuti per il percorso 'Terremoti'

Nel momento delle ferite avete dato “un esempio di coraggio” a tutta l’umanità. Abbiate ora il coraggio “di crescere i vostri figli in quella dignità, in quella fortezza, in quello spirito di speranza” che avete avuto in quel momento. Papa Francesco è arrivato a Mirandola, cittadina della bassa modenese colpita duramente dal terremoto del 2012, nel pomeriggio della sua visita nella diocesi di Carpi, e dopo un primo abbraccio con gli oltre 4 mila cittadini raccolti nella piazza del Duomo, ha voluto entrare nel tempio ancora inagibile, in attesa del restauro.

La visita pastorale del Papa alla diocesi di Carpi, a una settimana dalla solenne riapertura al culto della cattedrale. L'appello di Francesco: «Non vengano mai meno la forza d’animo, la speranza e le doti di laboriosità che vi distinguono». Benedette le «prime pietre» per quattro nuovi edifici.

(dall’inviato Sir a Carpi) – Il ricordo della «tragedia che ha colpito la Colombia», un appello per la pace nella Repubblica democratica del Congo, l’invito a cercare «soluzioni politiche» in Venezuela e Paraguay. Questo lo sguardo internazionale rivolto da Papa Francesco ieri prima della preghiera dell’Angelus in piazza Martiri, a Carpi, dove si trovava in visita pastorale.

C’è chi resta intrappolato nelle macerie della vita e chi, come voi qui a Carpi e nell’Emilia ferita dal terremoto del maggio 2012, “con l’aiuto di Dio solleva le macerie e ricostruisce con paziente speranza”. Papa Francesco è venuto nella città emiliana per portarla ad esempio di chi sta dalla parte di Gesù risorto, e non del sepolcro. E’ entrato nella grande Piazza dei Martiri della cittadina emiliana in papamobile, e ha fatto alzare il vescovo Francesco Cavina seduto accanto al lui per salutare le 50 mila persone venute per la celebrazione della messa. E nell’omelia pronunciata sul palco allestito sul sagrato della Cattedrale dell’Assunta, gravemente danneggiata e riaperta solennemente domenica scorsa..