Azione Cattolica

Ultimi contenuti per il percorso 'Azione Cattolica'

L’Azione Cattolica diocesana rinnova le cariche. Questa domenica nasce il nuovo consiglio. Entro due settimane sarà resa nota la terna di candidati tra cui il Vescovo indicherà il nuovo presidente. Attualmente, la carica è ricoperta dalla tavolese Delia Pagliai che ha comunque dato la propria disponibilità anche per un secondo mandato triennale. Ecco il suo bilancio.

Gesù inizia la sua missione dalla Galilea, una zona periferica, una "terra di frontiera" e ci insegna "che la Buona Novella non è riservata a una parte dell'umanità, è da comunicare a tutti", perché nessuno è escluso dalla salvezza di Dio. Così Papa Francesco ha commentato questa mattina, prima della preghiera dell'Angelus recitata in Piazza San Pietro, il Vangelo di questa domenica. La Galilea, ha spiegato, assomiglia al mondo d'oggi, per la compresenza di diverse culture, e Gesù ci chiede di non costruire recinti per proteggerci ma di partire come lui dagli ultimi, per raggiungere tutti, anche "quanti forse non attendono più nulla e non hanno nemmeno la forza di cercare e di chiedere".

La nascita di Gesù non è favola ma realtà. Lo ha ripetuto Papa Francesco ai ragazzi di Azione Cattolica. Nel volto del piccolo Gesù contempliamo il volto di Dio, che non si rivela nella forza, nella potenza, ma nella debolezza e nella fragilità di un neonato. Questo Bambino mostra la fedeltà e la tenerezza dell'amore sconfinato con cui Dio circonda ciascuno di noi. Per questo facciamo festa a Natale, rivivendo la stessa esperienza dei pastori di Betlemme. Insieme a tanti papà e mamme che si affaticano ogni giorno affrontando parecchi sacrifici; insieme ai piccoli, ai malati, ai poveri facciamo festa.

Dopo un ampio lavoro preparatorio e grazie al fondamentale contributo del Consiglio Diocesano di Azione Cattolica, del Presidente Mario Battaglia e degli Assistenti Diocesani don Renato Monacci e don Riccardo Micheli, prenderà avvio lunedì 4 novembre 2013 alle ore 21.15 presso i locali della parrocchia di Capannori il primo percorso diocesano di formazione per educatori di gruppi «dopo-cresima/giovanissimi» organizzato dall’Azione Cattolica e che avrà come titolo «Pietre vive».

Un incontro per “fare festa a Roma” e “annunciare ancora una volta la bellezza del credere in Gesù”. Lo propone l’Azione Cattolica Italiana con “Ti credo! Tutto parla di Te!”, l’appuntamento che il 6 e 7 settembre prossimo riunirà in Vaticano mille ragazzi in rappresentanza delle Acr di tutte le diocesi d’Italia insieme a circa 2mila bambini dell’Acr del Lazio.

Nei Giovedì nel Chiostro 2013 l’Azione Cattolica mette a tema l’esortazione di Papa Francesco invitando ospiti d’eccezione: il presidente nazionale e le altre aggregazioni laicali. Con una mostra su Frassati

«Ridare credibilità alla politica e ai partiti», perché «la crisi che il Paese vive è anche, se non soprattutto, una crisi di fiducia nelle istituzioni e nelle forze politiche»; varare una nuova legge elettorale; «offrire una risposta alla crisi», fornendo sostegno «alle famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese» e «nuove garanzie per le imprese». Sono le tre priorità che l'Azione Cattolica italiana suggerisce al primo ministro Enrico Letta e alla sua compagine governativa assieme «all'augurio più sincero per un fecondo servizio» all'Italia, la quale «merita un futuro migliore del suo presente».

«L'esito del voto è il frutto amaro di scelte, o meglio non-scelte, compiute con la vana speranza che anche l'Italia fosse rimasta placidamente immobile come la politica. Invece il Paese è cambiato». È quanto dichiara Franco Miano, presidente nazionale dell'Azione Cattolica, in una nota sull'esito delle elezioni politiche.