Fuci

Ultimi contenuti per il percorso 'Fuci'

L’annuale appuntamento regionale proposto da Azione cattolica, Meic e Fuci, si è tenuto domenica 19 marzo a Pistoia ed è stato dedicato alle responsabilità delle fedi in un continente in piena crisi. Le Chiese e le comunità religiose hanno il compito di essere antidoto efficace ad ogni tentazione di guerra, in qualsiasi forma essa si manifesti.

A seguito della «nomina ufficiale della presidenza della Cei per Gianmarco Mancini a presidente nazionale maschile della Federazione universitaria cattolica italiana per il biennio 2016-2018», una nota stampa della Fuci dà notizia dell’avvenuto rinnovo delle cariche all’interno della Fuci.

Una rete di associazioni attive nel mondo giovanile per tornare a coniugare insieme le parole «giovani» e «lavoro», con l’obiettivo di riportare l’economia a servizio della società e creare opportunità di lavoro, soprattutto per i giovani. E’ quella riunita, sotto lo slogan «Rifacciamo insieme il lavoro», che verrà presentata oggi pomeriggio a Firenze, quando sarà sottoscritto e reso pubblico il «Manifesto per una nuova economia» che indica i valori e gli obiettivi per i quali si muoverà l’azione della nuova compagine.

Si stanno svolgendo anche quest’anno a Camaldoli dal 26 luglio all’1 agosto la prima e dal 2 all’8 agosto la seconda, le Settimane Teologiche estive per studenti universitari. Uno spazio di riposo, incontro, confronto e approfondimento, terminata la sessione estiva di esami, che molti studenti universitari decidono di vivere per ricaricarsi e distendersi dalle fatiche di studio e vita quotidiana appena passate.

«Noi viviamo solo nutrendoci di Cristo; ma viviamo veramente solo nutrendo anche altri». Lo ha detto monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei, sabato 1° giugno, nella messa celebrata a Roma, nella sede della Federazione universitaria cattolica italiana, in occasione della prima riunione del nuovo Consiglio centrale della Fuci. «La tentazione tipica di ogni esistenza religiosa formalistica o farisaica - ha osservato - è quella della dissociazione: noi abbiamo il compito di praticare i riti e di pronunciare parole sacre, gli altri quello di affrontare i loro problemi», ma «Gesù testimonia, propone e rende possibile l'esperienza religiosa integrale, quella del Figlio che fa propria fino in fondo la missione ricevuta dal Padre».