Cultura

Ultimi contenuti per il percorso 'Cultura'

Chi, nella città capitale 2017 della cultura, fosse transitato per piazza del Duomo nel pomeriggio di ieri 2 febbraio («Presentazione di Gesù al Tempio», o «Candelora») avrebbe visto una cerimonia solo in parte folcloristica: la riproposizione, in Cattedrale, di un antico rito rivolto ai pellegrini che nel corso dell’anno avrebbero percorso un «cammino di fede», in particolare proprio verso quella Santiago di Compostela così unita con la città toscana per via di una reliquia del santo donata ai pistoiesi e qui venerata da secoli.

Un ciclo di incontri per accrescere le conoscenze di ambito filosofico, anche in prospettiva interdisciplinare, per sviluppare le capacità argomentative dei partecipanti e l'interesse per la ricerca filosofico religiosa. Questo il senso degli incontri intitolato «Le città filosofiche Questioni di Filosofia e Teologia contemporanea», in programma per i mesi di gennaio e febbraio presso la Biblioteca San Giorgio di Pistoia (via S. Pertini).

La Diocesi apre l’anno di Pistoia capitale della cultura giovedì 5 gennaio. Presso la Pieve di Sant’Andrea, infatti, alle ore 21.00 don Luca Carlesi, arciprete della cattedrale e parroco di Sant’Andrea, e l’Ufficio Comunicazioni sociali e cultura diocesano hanno organizzato una serata tra arte e fede dal titolo: «Come i Magi, seguendo la stella, verso Gesù ..nel pulpito di Giovanni Pisano».

«Un marchio che intende promuovere Pistoia come città per tutti. Una città a misura d’uomo, capace di colpire chi l’attraversa con le sue molteplici sfaccettature e il suo patrimonio unico». Il logo di Pistoia Capitale della Cultura 2017, presentato oggi a Palazzo De Rossi, viene così descritto dalla sua creatrice Sara Landini, vincitrice del concorso di idee indetto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia per conto del Comitato Promotore di Pistoia Capitale.