Mass media

Ultimi contenuti per il percorso 'Mass media'

Dal «muslim ban» voluto da Trump alla «pulizia etnica» contro la popolazione Rohingya in Myanmar passando per il giro di vite in Francia e Polonia nel diritto a manifestare e le fake news alimentate dai politici per manipolare l’opinione pubblica. Questo il quadro offerto da Amnesty International nel Rapporto 2017-2018 sulla situazione dei diritti umani nel mondo.

«Gli immigrati sono troppi», «hanno tutti il telefonino», «sono tutti terroristi», «ci rubano il lavoro», «non pagano le tasse», «basta salvataggi in mare»: sono alcune delle fake news smontate con dati, studi e argomentazioni dal sussidio «10 cose da sapere su migranti e immigrazioni» messo a disposizione on line da Caritas italiana, a cura dell’Ufficio politiche migratorie e protezione internazionale.

I volti di ieri e quelli di oggi, autorità e una rappresentanza dei nostri telespettatori: in tanti hanno voluto partecipare alla grande festa di Tv Prato per i suoi quarant’anni al teatro Metastasio che si è tenuta ieri sera, mercoledì 31 gennaio. Lolo show sarà trasmesso integralmente la sera di domenica 4 febbraio alle 21 su TvPrato.

«L’incontro e l’ascolto vicendevole sono le chiavi necessarie perché anche le nostre parrocchie riescano sempre più a comprendere e valorizzare i media». Lo ha detto, questa mattina, il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, durante l’incontro, nel palazzo arcivescovile, con più di cinquanta operatori della comunicazione, in occasione della festa del patrono san Francesco di Sales. 

Il Papa nel messaggio per la giornata delle comunicazioni sociali 2018 si rivolge al «custode delle notizie» che, «nel mondo contemporaneo, non svolge solo un mestiere, ma una vera e propria missione». Nella «frenesia delle notizie e nel vortice degli scoop», il giornalista deve infatti «ricordare che al centro della notizia non ci sono la velocità nel darla e l’impatto sull’audience, ma le persone». Quanto alla chiave di lettura per prevenire e identificare i meccanismi della disinformazione, Francesco parla della «logica del serpente».

Incontrando direttori e collaboratori della Fisc Papa Francesco ha ribadito l'importanza settimanali diocesani per la vita civile e democratica e come «spazio nel quale la vita diocesana può validamente esprimersi e le varie componenti ecclesiali possono facilmente dialogare e comunicare». Un richiamo ai Pastori e alle comunità cristiane ad un maggiore sostegno a questi strumenti.

Parlando oggi ai membri della Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici) Papa Francesco ha sottolineato l'importanza per le Chiese locali dei settimanali diocesani. «Lavorare nel settimanale diocesano - ha detto - significa 'sentire' in modo particolare con la Chiesa locale, vivere la prossimità alla gente».