Diocesi di Firenze

Ultimi contenuti per il percorso 'Diocesi di Firenze'

«San Francesco scoprì il volto di Cristo che lo guardava nel volto dei lebbrosi e da qui iniziò il cammino della penitenza, che lo staccò dal peccato e mise nel suo cuore la dolcezza. Su questa capacità di incrociare lo sguardo dei poveri si gioca la credibilità della nostra Chiesa e l’efficacia del suo annuncio». È un passaggio dell’omelia pronunciata oggi dall’arcivescovo di Firenze card. Giuseppe Betori, nella basilica di Santa Croce per la solennità di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.

«Cercare Cristo nelle periferie del campo del mondo, con il coraggio di una Chiesa in uscita, sulle tracce della presenza del suo Signore nella storia»: è l'invito che l’arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, ha lanciato presiedendo nella cattedrale di Santa Maria del Fiore la celebrazione eucaristica che ha aperto la prima del Cammino sinodale diocesano sulla “Evangelii gaudium” di Papa Francesco

Un cammino verso la cattedrale, secondo quattro percorsi che richiameranno il Convegno ecclesiale nazionale del novembre 2015: anche in quella occasione, i delegati giunti da tutta Italia partirono da quattro basiliche fiorentine (Santa Croce, Santo Spirito, Santa Maria Novella, Santissima Annunziata) per raggiungere la Cattedrale. Gli stessi tragitti saranno percorsi domenica 1° ottobre nella giornata che segna, allo stesso tempo, l’avvio del nuovo anno pastorale, la ripresa del Cammino sinodale indetto dal cardinale Betori e il Mandato dell’Arcivescovo a tutti gli operatori pastorali (catechisti, animatori della liturgia, operatori della carità...).

La necessità «del lavoro per tutti, in particolare per i giovani»: è questo uno dei temi affrontati questa mattina dal cardinale Giuseppe Betori nella sua relazione all’assemblea del clero, all’eremo di Lecceto, durante la quale come sempre ha proposto «con alcune considerazioni relative al contesto più ampio in cui si colloca l’impegno delle comunità cristiane». Secondo l’Arcivescovo di Firenze, «le crescenti situazioni di povertà e di disagio sociale, che le parrocchie segnalano a livelli sempre critici, hanno alla loro radice la perdita del lavoro o il non averlo mai raggiunto, cui non di rado si connette quello della mancanza di abitazione».

A settembre riparte a pieno ritmo la vita delle Diocesi. A Lucca il vescovo propone le «comunità parrocchiali»; a Fiesole la riflessione sul tema del lavoro.  Firenze prosegue il Cammino sinodale sull’esortazione «Evangelii gaudium»; Grosseto si prepara alla seconda «Settimana della bellezza». A Pitigliano un incontro su Chiesa e mass media…

«Mi hanno fatto questo scherzetto. Che si deve fare? Si continua a servire la Chiesa». Così il cardinale Bassetti ha risposto a chi gli chiedeva cosa provasse a tornare nella sua Firenze dopo la nomina a Presidente della Cei. L'arcivescovo di Perugia-Città della Pieve ha presieduto la celebrazione nella festa della Natività di Maria, nella basilica della Santissima Annunziata. Proprio l'8 settembre di 23 anni fa, a Firenze, aveva ricevuto la sua ordinazione episcopale.

Lunedì 11 settembre alle ore 18 il cardinale Gualtiero Bassetti presiederà la Concelebrazione Eucaristica presso la Comunità Giovanile San Michele a Soffiano nel 10° anniversario della morte di don Mario Lupori, fondatore della Comunità che nei 60 anni della sua storia ha formato tanti giovani ai valori cristiani tramite l’esperienza dello sport. Concelebrerà mons. Stefano Manetti, vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza, fra i sacerdoti che hanno prestato il proprio ministero presso la Comunità. Seguirà la consegna del «Premio don Mario 2017» al professore e scrittore Eraldo Affinati per l’attività della Scuola Penny Wirton.