Ecumenismo

Ultimi contenuti per il percorso 'Ecumenismo'

Il Pontefice ha ricevuto in Vaticano la delegazione della United Bible Societies Relations Committee, un’organizzazione fondata nel 1946 e che riunisce circa 150 Società Bibliche nazionali, con lo scopo di diffondere la Bibbia in tutti i continenti. “Siamo servitori della Parola di vita eterna e crediamo che non solo di pane vive l’uomo ma di ogni parola che esce della bocca di Dio”. Con queste parole Papa Francesco ha salutato i membri della United Bible Societies Relations Committee, ricevuti in Vaticano. Il Pontefice ha espresso gratitudine per quanti “compiono ogni sforzo per far conoscere il Vangelo”, “oggi, attraverso le molteplici forme di comunicazione sociale”, sottolineando che “lasciarsi ‘ferire’ dalla Parola è indispensabile per esprimere con la bocca ciò che dal cuore sovrabbonda”. Essere servitori della verità, ha aggiunto, vuol dire annunciare a tutti, in “tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indugio, senza repulsioni e senza paura”. “Siamo servitori della Parola di Dio potente che illumina, protegge e difende, guarisce e libera. ‘La parola di Dio non è incatenata!’. Per essa molti dei nostri fratelli e sorelle sono in prigione e molti di più hanno versato il loro sangue come testimonianza della loro fede in Gesù Signore. Camminiamo insieme affinché la parola si diffonda. Preghiamo insieme perché ‘sia fatta la volontà del Padre’. Lavoriamo insieme affinché si compia in noi ‘ciò che il Signore ha detto’”.

Papa Francesco ha ricevuto stamani una delegazione dell’Alleanza biblica universale, che riunisce circa 150 Società Bibliche nazionali con lo scopo di diffondere la Bibbia in tutti i continenti, ribadendo che «è vitale che oggi la Chiesa esca ad annunciare il Vangelo a tutti, in tutti i luoghi, in tutte le occasioni, senza indugio, senza repulsioni e senza paura»

Si intitola «Il Tempo per la Creazione: un tempo di preghiera per il mondo e per l’ambiente», il documento sottoscritto da tre organismi europei Kek (Conferenza delle Chiese d’Europa), Ccee (Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa) e Ecen (Rete ambientale cristiana europea) in vista della Giornata della Creazione del 1° settembre.

«Cattolici e protestanti uniti per celebrare il Tempo del Creato. Un periodo, che decorre dal 1° settembre al 4 ottobre, dedicato dai cristiani di tutto il mondo alla preghiera e all’azione per la cura della creazione». L’iniziativa è sostenuta da Papa Francesco, dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo e dal Consiglio mondiale delle Chiese, che rappresenta 500 milioni di cristiani nel mondo, dalla Comunione anglicana e da altre comunità cristiane.

Intervista del centro televisivo vaticano al Segretario di Stato, card. Pietro Parolin, al suo rientro dal viaggio in Russia.

D. – Ha già avuto modo di parlare con il Santo Padre del viaggio? Cosa può condividere di ciò che vi siete detti? R. – Sì, naturalmente, appena sono tornato ho sentito il Santo Padre per fargli un po’ un brevissimo, sintetico resoconto sia dei contenuti che dei risultati del viaggio, e naturalmente gli ho trasmesso anche i saluti che mi sono stati affidati da tutte le parti che ho incontrato, dall’affetto e dalla vicinanza della comunità cattolica, dai deferenti saluti delle autorità. Ricordo che il presidente Putin – credo che sia stato anche registrato nella parte pubblica dell’incontro – ha sottolineato proprio il ricordo vivo che mantiene dei suoi incontri con Papa Francesco, nel 2013 e nel 2015...