Sud Sudan

Ultimi contenuti per il percorso 'Sud Sudan'

«In Sud Sudan si sta consumando una tragedia che colpisce oltre la metà dei bambini – vittime di malnutrizione, malattie, reclutamento forzato, violenza e l’impossibilità di poter ricevere un’istruzione». È quanto denuncia l’Unicef lanciando oggi il nuovo rapporto «Childhood under attack» («Infanzia sotto attacco»). 

Il mondo ha bisogno di “artigiani di pace”, capaci di “combattere il male col bene, con gesti e parole di fraternità, di rispetto, di incontro, di solidarietà”. Nella Basilica di San Pietro, Papa Francesco ha presieduto una celebrazione di preghiera per la pace in Sud Sudan e nella Repubblica Democratica del Congo. Un incontro per gettare semi di speranza in “ogni terra ferita dalla guerra”, certi che la preghiera è la risorsa più potente, perché “opera con la forza di Dio, al quale nulla è impossibile”.

«Stasera, con la preghiera, vogliamo gettare semi di pace nella terra del Sud Sudan e della Repubblica Democratica del Congo, e in ogni terra ferita dalla guerra». Con queste parole il Papa ha cominciato l’omelia della celebrazione di preghiera per la pace in Sud Sudan e nella Repubblica democratica del Congo, svoltasi questo pomeriggio nella basilica di S. Pietro. 

«Giovedì 23 novembre 2017, alle ore 17.30, presso l’Altare della Cattedra nella Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco presiederà una celebrazione di preghiera per la pace in Sud Sudan e nella Repubblica Democratica del Congo. La celebrazione è aperta a tutti, senza bisogno di biglietti». Ne dà notizia la Prefettura della Casa Pontificia con una nota diffusa oggi dalla sala stampa vaticana.

«Nei cuori e nelle menti dei governanti e in ognuna delle fasi d’attuazione delle misure politiche c’è bisogno di dare priorità assoluta ai poveri, ai profughi, ai sofferenti, agli sfollati e agli esclusi, senza distinzione di nazione, razza, religione o cultura, e di rigettare i conflitti armati». È l’accorato appello di papa Francesco ai leader mondiali riuniti oggi e domani ad Amburgo per il Vertice G20.