Cile

Ultimi contenuti per il percorso 'Cile'

Al termine della sua prima giornata da «inviato» del Papa in Cile, per indagare sul caso di mons. Juan de la Cruz Barros Madrid, vescovo di Osorno, mons. Scicluna ha incontrato (nel tardo pomeriggio ora italiana) i giornalisti nella sede delle Opere missionarie pontificie, all’interno degli spazi della Nunziatura apostolica, leggendo un comunicato

Niente incontri ufficiali plateali, niente cerimonie pubbliche comuni, niente discorsi di omaggio e nemmeno di perorazione alle autorità. Alla fine il Papa, in questo suo viaggio in Cile e Perù ha accusato esplicitamente la politica del subcontinente di essere infetta di corruzione. È stata in sostanza questa scelta a qualificare il viaggio e a parlare anche ai grandi attraverso le parole rivolte ai piccoli e agli emarginati.

Sarà il reportage sul viaggio di Papa Francesco in Cile e Perù ad aprire «Viaggio nella Chiesa di Francesco», il programma di Massimo Milone per Rai Vaticano, che andrà in onda lunedì 29 gennaio, alle 2, su Rai Uno (in replica domenica 4 febbraio alle 12.30 su Rai Storia e per l’estero su Rai Italia). Nella puntata, verrà presentata anche la storia di don Maurizio Pallù, il missionario italiano, rapito due volte in Nigeria, tornato ad annunciare il Vangelo in terra di missione.

«Ringrazio il Signore perché tutto è andato bene: ho potuto incontrare il popolo di Dio in cammino in quelle terre, e incoraggiare lo sviluppo sociale di quei Paesi». È il bilancio del viaggio in Cile e Perù stilato dal Papa, durante la catechesi dell’udienza di oggi, in cui ne ha ripercorso idealmente le tappe. Appello per il Congo.

Nella conferenza stampa sull’aereo che lo portava da Lima a Roma, il Papa ha risposto a numerose domande dei giornalisti sulla vicenda di mons. Juan Barros, il vescovo di Osorno, al centro di polemiche e accuse che lo vorrebbero complice di silenzi a copertura degli abusi commessi in passato da padre Karadima (testo integrale conferenza stampa).

Continuano in Cile gli attacchi incendiari alle chiese anche dopo la visita di papa Francesco. Un attacco incendiario ha completamente distrutto sabato scorso il tempio della Vergine della Candelaria, nella cittadina lacustre di Calafquén, nel comune di Panguipulli (regione di Los Ríos).

«Questa terra, abbracciata dal deserto più arido del mondo, sa vestirsi a festa». È il saluto del Papa al nord del Cile, ultima tappa della sua visita nel Paese. Nell’omelia della Messa al Campus Lobito (testo integrale), un’ampia spianata di 20 ettari situata sul mare a 20 chilometri a sud di Iquique, Francesco ha elogiato i «cari fratelli del nord cileno» per come sanno «vivere la fede e la vita in un clima di festa».