Colombia

Ultimi contenuti per il percorso 'Colombia'

«È la più grande calamità naturale dei tempi recenti accaduta in Colombia». Lo dice al Sir il direttore del Segretariato Caritas-Pastorale sociale della Chiesa colombiana, mons. Héctor Fabio Henao Gaviria, a proposito di quanto accaduto a Mocoa, nel dipartimento meridionale del Putumayo, dove la città è stata sepolta da una valanga di fango e detriti, provocata dallo straripamento dei tre fiumi che passano vicino alla zona.

(dall’inviato Sir a Carpi) – Il ricordo della «tragedia che ha colpito la Colombia», un appello per la pace nella Repubblica democratica del Congo, l’invito a cercare «soluzioni politiche» in Venezuela e Paraguay. Questo lo sguardo internazionale rivolto da Papa Francesco ieri prima della preghiera dell’Angelus in piazza Martiri, a Carpi, dove si trovava in visita pastorale.

Sono profondamente addolorato per la tragedia che ha colpito la Colombia, dove una gigantesca valanga di fango, causata da piogge torrenziali ha investito la città di Mocoa, provocando numerosi morti e feriti. Prego per le vittime e assicuro la mia e vostra vicinanza a quanti piangono la scomparsa dei propri cari, e ringrazio tutti coloro che si stanno adoperando per prestare soccorso.
Anche, non buone notizie continuano a giungere (notizie) di sanguinosi scontri armati nella regione del Kasai della Repubblica Democratica del Congo, scontri che stanno provocando vittime e sfollamenti e che colpiscono anche persone e proprietà della Chiesa: chiese, ospedali, scuole ... 

Accogliendo l’invito del presidente della Repubblica e dei vescovi colombiani, Papa Francesco compirà un viaggio apostolico in Colombia dal 6 all’11 settembre 2017, visitando le città di Bogotá, Villavicencio, Medellín e Cartagena. Lo ha dichiarato la vicedirettrice della Sala Stampa Vaticana, Paloma Garcia Ovejero. Il programma del viaggio sarà pubblicato prossimamente.

Si è installato ieri, 7 febbraio, a Quito, capitale dell’Ecuador il tavolo dei negoziati tra il Governo colombiano e l’Esercito di liberazione nazionale (Eln), il gruppo della guerriglia ancora attivo dopo che è stata siglata la pace con le Farc. All’installazione del tavolo ha partecipato, a capo di una delegazione della Conferenza episcopale colombiana (Cec), con un ruolo di accompagnamento nell’attuale fase di dialogo, il vescovo di Tibú, mons. Omar Sánchez Cubillos, che si è detto «speranzoso».

«Gli sforzi compiuti in Colombia per costruire ponti di pace e riconciliazione possano ispirare tutte le comunità a superare le animosità e le divisioni». È quanto scrive il Papa in un messaggio – a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin – indirizzato ai partecipanti al Summit mondiale dei Nobel per la pace, in corso a Bogotá sul tema «Pace e riconciliazione».

«Spero che questo premio Nobel contribuisca a trovare la soluzione più conveniente per tutti alle difficoltà». È «un riconoscimento importante agli sforzi che sono stati fatti e questo darà animo alla comunità colombiana». È il plauso del cardinale Rubén Salazar Gómez, arcivescovo di Bogotà (Colombia) e presidente del Consiglio episcopale latinoamericano (Celam), alla decisione di conferire il Premio Nobel per la pace 2016 al presidente della Colombia Juan Manuel Santos, che ha guidato il Paese verso il processo di pace con i guerriglieri Farc.