Italia

Ultimi contenuti per il percorso 'Italia'

Sembra in questi tempi che per i modi di pensare e di vivere di noi cattolici, anche in Italia, ci sia sempre meno spazio, che le nostre idee siano sempre meno riconosciute e rispettate, soprattutto in una dimensione pubblica. E questo contrariamente al fatto che il Papa, anche in ambito laico, trova ascolto crescente. Che cosa dobbiamo fare, allora?

Per celebrare il 9 maggio, Festa dell’Europa, Aiccre (Associazione italiana per il Consiglio dei comuni e delle regioni d’Europa) e Cime (Consiglio italiano Movimento europeo) promuovono la decima edizione del concorso «Diventare cittadini europei», riservato a tutti gli studenti – in forma singola, in gruppo o come intera classe – delle scuole secondarie (di 1° e 2° grado), di ogni tipologia e indirizzo in ogni regione d’Italia.

È stato firmato ieri al Viminale un «Patto» tra i rappresentanti delle associazioni e delle comunità islamiche e il Ministero dell’interno. 20 punti per un accordo che mira a scongiurare il pericolo di un islam fai-da-te e favorire coesione e integrazione sociale. A sottoscriverlo esponenti di associazioni che rappresentano circa il 70% dei musulmani in Italia.

Sarà il campus di Ravenna dell’Università di Bologna ad ospitare il percorso formativo, destinato a 30 guide spirituali provenienti da paesi extracomunitari e segnalate da comunità religiose «note» al Ministero anche se, finora, «prive» di un’intesa con lo Stato. Tra i docenti del corso, voluto dal Ministero degli interni, Pierluigi Consorti, che insegna all’Università di Pisa. Lo abbiamo intervistato

L’allerta è appena un gradino sotto il massimo, in una scala che articola in tre scatti il livello più elevato, denominato Alfa. Siamo in Alfa 2, laddove Alfa 3 indica un attacco terroristico in corso. È dalla strage del Bataclan a Parigi che l’allerta è di questa portata e purtroppo quel che è avvenuto dopo quel tragico 13 novembre 2015 non ha consentito di alleggerire l’allarme. Ecco alcune misure adottate in Italia