Italia

Ultimi contenuti per il percorso 'Italia'

«Si stima che in Italia la popolazione residente attesa sia pari, secondo lo scenario mediano, a 59 milioni nel 2045 e a 54,1 milioni nel 2065. La flessione rispetto al 2017 (60,6 milioni) sarebbe pari a 1,6 milioni di residenti nel 2045 e a 6,5 milioni nel 2065». È quanto prevede l'Istat, che oggi ha diffuso il report «Il futuro demografico del Paese» con le «Previsioni regionali della popolazione residente al 2065».

Venticinque anni fa, per la precisione il 30 aprile del 1993, il risentimento politico prese la forma del lancio di monetine contro Bettino Craxi all’uscita dell’Hotel Raphael, dove il leader socialista risiedeva nei suoi giorni romani. Comunque la si veda e la si pensi, qualunque sia il giudizio storico e politico sul leader socialista e sul ruolo della magistratura nell’operazione Mani Pulite, è difficile non intravvedere un filo rosso che unisce quella storia ai nostri giorni.

In Italia si muore meno per tumori e malattie croniche, ma solo dove la prevenzione funziona. Piccoli passi avanti anche sugli stili di vita. In Italia si osservano livelli di cronicità  e non autosufficienza tra gli anziani superiori alla media europea. Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto Osservasalute 2017, presentato oggi a Roma, al Policlinico Gemelli.

Intervenendo oggi a Roma al convegno «A 70 anni dalle elezioni del 1948», il presidente dei vescovi italiani ha tratteggiato la figura di Alcide De Gasperi come «modello esemplare di impegno sociale sia per il credente impegnato in politica, che per ogni persona di buona volontà» e ha parlato anche della situazione politica italiana.

«L’azione di questa notte è stata un’azione circoscritta, mirata a colpire le capacità di fabbricazione e di diffusione di armi chimiche. Non può e non deve essere l’inizio di un’escalation. Questo è quanto l’Italia a tutti i livelli ha ribadito nei giorni scorsi e continuerà a ribadire nei prossimi giorni». Lo ha detto il presidente del Consiglio dimissionario, Paolo Gentiloni, in una dichiarazione rilasciata a Palazzo Chigi a proposito degli attacchi militari compiuti in Siria nella notte da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna.