Russia

Ultimi contenuti per il percorso 'Russia'

È arduo, oggi, dare un giudizio definitivo sulla rivoluzione sovietica e sulla sua parabola dall’abisso della sconfitta  del ’17 al fallimento  del «comunismo reale». L’uso politico della storia da parte di Putin, oggi, è quello della costruzione di un percorso coerente e trionfale che da Pietro il Grande e da Caterina II giunge, attraverso alterne vicende e contraddizioni alla vittoria  del ’45 e quindi all’attuale ridefinizione della Russia come potenza leader nel mondo.

Intervista del centro televisivo vaticano al Segretario di Stato, card. Pietro Parolin, al suo rientro dal viaggio in Russia.

D. – Ha già avuto modo di parlare con il Santo Padre del viaggio? Cosa può condividere di ciò che vi siete detti? R. – Sì, naturalmente, appena sono tornato ho sentito il Santo Padre per fargli un po’ un brevissimo, sintetico resoconto sia dei contenuti che dei risultati del viaggio, e naturalmente gli ho trasmesso anche i saluti che mi sono stati affidati da tutte le parti che ho incontrato, dall’affetto e dalla vicinanza della comunità cattolica, dai deferenti saluti delle autorità. Ricordo che il presidente Putin – credo che sia stato anche registrato nella parte pubblica dell’incontro – ha sottolineato proprio il ricordo vivo che mantiene dei suoi incontri con Papa Francesco, nel 2013 e nel 2015...

«Ogni comunità religiosa ha bisogno di un luogo adatto, ha bisogno di una chiesa, ha bisogno di un tempio, per poter professare la propria fede». Lo ha detto il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin rispondendo nel corso di un’intervista rilasciata a Mosca al Servizio di informazione dell’arcidiocesi di Mosca e al portale Gaudete, a una domanda sulla questione della restituzione degli edifici storici appartenenti alla Chiesa cattolica russa.

Si è parlato soprattutto del Medio Oriente, l’emergenza umanitaria in Siria e della questione ucraina nel colloquio a Mosca tra il card. Pietro Parolin, in visita ufficiale in Russia, e il metropolita Hilarion di Volokolamsk, responsabile del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca.

A pochi giorni dalla visita ufficiale in Russia del Segretario d Stato vaticano, il card. Pietro Parolin, il metropolita Hilarion Alfeev, presidente del dipartimento per le relazioni esterne della Chiesa ortodossa, ha rilasciato una lunga intervista al Sole 24 Ore, confermando l'importanza di quella visita e l'ottimo stato delle relazioni tra Cattolici e Russo-Ortodossi.

Dal 21 al 24 agosto, il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin si recherà in visita nella Federazione russa, su invito delle autorità del Paese. Sarà accompagnato dal rev. mons. Visvaldas Kulbokas, Consigliere di nunziatura, officiale della Sezione per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato.