Unione Europea

Ultimi contenuti per il percorso 'Unione Europea'

L’annuale appuntamento regionale proposto da Azione cattolica, Meic e Fuci, si è tenuto domenica 19 marzo a Pistoia ed è stato dedicato alle responsabilità delle fedi in un continente in piena crisi. Le Chiese e le comunità religiose hanno il compito di essere antidoto efficace ad ogni tentazione di guerra, in qualsiasi forma essa si manifesti.

Dieci parole e un sogno: sono la cornice entro la quale Papa Francesco - sulla scorta dei suoi tre discorsi programmatici sull'Europa - inscriverà il discorso del 24 marzo, che si preannuncia già storico, in coincidenza con le celebrazioni del 60° del Trattato di Roma

In occasione dei 60 anni dei Trattati di Roma, oltre alla veglia di preghiera per l’Europa che il cardinale Angelo Bagnasco, presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, presiederà giovedì 23 marzo alle 19 nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, venerdì si svolgerà una veglia ecumenica nella basilica dei Santi Apostoli. A presiederla il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani.

Sessant’anni fa il primo patto che legava tra loro Stati che poco prima si erano combattuti. La Comunità europea nacque per la passione di tre grandi statisti: De Gasperi, Adenauer e Schumann. Ma fu il socialista belga Paul-Henri Spaak a volere con forza che il trattato fosse firmato a Roma perché vedeva nella Città Eterna la somma delle tre grandi civilizzazioni europee.

I liberali Vvd del premier Rutte si confermano primo partito, buon risultato del Pvv dello xenofobo e antiUe di ultradestra Wilders, che però non sfonda. Bene i cristiano democratici, i liberali di sinistra e i verdi. I seggi parlamentari a una miriade di partiti e trovare la quadra per l'esecutivo non sarà facile. Il commento di Daniëlle Woestenberg, consulente senior per i rapporti Chiesa-Stato presso la Conferenza episcopale olandese.