Pace

Ultimi contenuti per il percorso 'Pace'

Al termine della preghiera dell'Angelus il Papa ha detto: 

“Continuano purtroppo a giungere notizie di scontri violenti e brutali nella regione del Kasai Centrale della Repubblica Democratica del Congo. Sento forte il dolore per le vittime, specialmente per tanti bambini strappati alle famiglie e alla scuola per essere usati come soldati. Assicuro la mia vicinanza e la mia preghiera, anche per il personale religioso e umanitario che opera in quella difficile regione; e rinnovo un accorato appello alla coscienza e alla responsabilità delle Autorità nazionali e della Comunità internazionale, affinché si prendano decisioni adeguate e tempestive per soccorrere questi nostri fratelli e sorelle....".

Si è installato ieri, 7 febbraio, a Quito, capitale dell’Ecuador il tavolo dei negoziati tra il Governo colombiano e l’Esercito di liberazione nazionale (Eln), il gruppo della guerriglia ancora attivo dopo che è stata siglata la pace con le Farc. All’installazione del tavolo ha partecipato, a capo di una delegazione della Conferenza episcopale colombiana (Cec), con un ruolo di accompagnamento nell’attuale fase di dialogo, il vescovo di Tibú, mons. Omar Sánchez Cubillos, che si è detto «speranzoso».

«Gli sforzi compiuti in Colombia per costruire ponti di pace e riconciliazione possano ispirare tutte le comunità a superare le animosità e le divisioni». È quanto scrive il Papa in un messaggio – a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin – indirizzato ai partecipanti al Summit mondiale dei Nobel per la pace, in corso a Bogotá sul tema «Pace e riconciliazione».

«Un documento congiunto sull’educazione alla pace», considerata «l’urgenza della materia nel contesto globale di oggi». È quello che stanno elaborando l’Ufficio per il dialogo interreligioso e la cooperazione del Consiglio mondiale delle Chiese, insieme al Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, riunitisi in questi giorni nella sede del dicastero vaticano.

«Per incarico del Santo Padre, dal 18 al 23 gennaio, il segretario delegato del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, monsignor Giampietro Dal Toso, ha svolto una visita ad Aleppo, insieme al cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, e al consigliere della nunziatura, monsignor Thomas Habib. Si è trattato della prima visita ufficiale da parte di rappresentanti della Santa Sede dopo la fine delle ostilità ad Aleppo». Ne dà notizia oggi la Sala stampa vaticana.

L’occupazione che da 50 anni (1967-2017) colpisce la Cisgiordania e Gerusalemme-Est, il blocco di Gaza in atto da 10 anni, «violando la dignità umana sia dei palestinesi sia degli israeliani, è uno scandalo cui non dobbiamo mai abituarci». Lo scrivono i vescovi di Ue, Usa, Canada e Sud Africa (Hlc) nel comunicato finale della loro tradizionale visita di solidarietà in Terra Santa (14-19 gennaio).