Pedofilia

Ultimi contenuti per il percorso 'Pedofilia'

«Lavoriamo dunque insieme per avere sempre il diritto, il coraggio e la gioia di guardare negli occhi i bambini del mondo». Si è concluso con questo commovente appello il lungo e articolato discorso che Papa Francesco ha rivolto questa mattina ai partecipanti al primo congresso globale che si è svolto a Roma su «La dignità del minore nel mondo digitale».

Governi, autorità religiose, parlamentari di tutto il mondo, leader delle compagnie tecnologiche. «Questa Dichiarazione di Roma fa appello a tutti, perché tutti si ergano a difesa della dignità dei minori». Sono 12 «i fronti» chiamati in causa per una tutela e protezione dei minori da ogni forma di abuso e sfruttamento dalla «Dichiarazione di Roma» che è stata presentata oggi a Papa Francesco e resa pubblica.

Aprendo ieri pomeriggio alla Università Gregoriana di Roma il convegno internazionale sulla «dignità del minore nel mondo digitale», il Segretario di Stato vaticano ha confermato che dopo i «fatti molto gravi» emersi la Santa Sede intende impegnarsi «con chiarezza e fermezza, perché la dignità e i diritti dei minori siano protetti e difesi con molta più attenzione ed efficacia di quanto non si sia fatto nel passato».

«Si tratta di una mostruosità assoluta, un terribile peccato che contraddice tutto ciò che la Chiesa insegna». Questa la netta condanna della pedofilia che papa Francesco fa nella prefazione al libro di Daniel Pittet, in cui l’autore racconta le violenze subite da parte di un religioso cinquant’anni fa, quando di anni ne aveva otto. 

È stata letta ieri, nelle chiese della diocesi di Ratisbona, una lettera del vescovo Rudolf Voderholzer che si è rivolto ai fedeli dopo la pubblicazione, il 18 luglio, del «Rapporto sui casi di violenza» sui piccoli cantori del coro di Regensburg: nella sua parte più consistente è fatto dalle descrizioni, spiega il vescovo. Sono fatti risalenti agli anni ‘60 e ‘70, ma alcuni casi sono del 1992.

Il prossimo 18 luglio il cardinale australiano George Pell dovrà presentarsi di fronte alla corte di Melbourne per l'udienza preliminare di un processo che lo vede al centro di «molteplici accuse» e «molteplici denunce» per reati sessuali del passato. La Santa Sede gli ha concesso un periodo di congedo per potersi difendere dalle accuse.

Le presunte apparizioni mariane a Medjugorie, la questione degli abusi sui minori e le recenti dimissioni dalla relativa commissione vaticana di Mary Collins, la Fraternità San Pio X e i momenti più significativi del suo 19.esimo viaggio apostolico, nel Santuario di Nostra Signora di Fatima, in occasione del centenario delle Apparizioni della Beata Vergine alla Cova da Iria. Sono questi alcuni dei temi trattati da Papa Francesco durante la consueta conferenza stampa sul volo di rientro con i giornalisti al seguito. In oltre trenta minuti, il Pontefice ha ribadito che Fatima porta con sé un messaggio di pace rivolto all’umanità e che la canonizzazione di Giacinta e Francesco è stata una grande felicità...