Pedofilia

Ultimi contenuti per il percorso 'Pedofilia'

Firenze ospiterà il 31 marzo e il 1° aprile la prima conferenza europea su formazione del clero e prevenzione degli abusi sui minori. Intitolata «Formazione e prevenzione. Confrontare i differenti approcci di formazione umana e valutazione psicologica nei Seminari: un ulteriore passo verso il safeguarding in Europa», si svolgerà nella Facoltà teologica dell’Italia centrale.

L'intervento del cardinale Seán Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e presidente della Pontificia Commissione per la tutela dei minori (Pcpm) al seminario promosso oggi alla Pontificia Università Gregoriana dalla stessa Commissione insieme con il Centre for Child Protection dell’Ateneo. Papa Francesco - ha assicurato - vuol fare «della nostra Chiesa una casa sicura per tutti».

Presentato il Report 2016 di Meter. Violenze sempre più raffinate e smercio del materiale «a tempo» grazie al deep web. Segnalati quasi due milioni di immagini, 203.047 video e anche un portale dedicato ai neonati. In aumento le lobby pedofile. Per don Fortunato Di Noto si tratta di «un crimine» e di «una nuova forma di schiavitù che richiede un intervento globale».

Marie Collins – irlandese, vittima di abusi, unica donna a farne parte – si è dimessa dalla Pontificia Commissione per la Protezione dei Minori, istituita da Papa Francesco nel 2014. A darne notizia è oggi la stessa Commissione, tramite un comunicato in cui Marie Collins viene definita «un’infaticabile campionessa della voce delle vittime», il cui ascolto viene indicato come «priorità per la Chiesa».

Fare luce sulla possibile implicazione di altre persone, ammissione piena delle responsabilità e degli errori commessi in passato, invito alle vittime a farsi avanti. Così la diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo e i Frati Cappuccini della Svizzera reagiscono alla pubblicazione del libro di Daniel Pittet «La perdono, padre».

Sono tanti i temi toccati da Papa Francesco nell’incontro che ha avuto lo scorso 25 novembre 2016, con i superiori generali dell’Usg: dalla corruzione nella Chiesa, ai nuovi ordini religiosi, dagli abusi sessuali al rapporto con il denaro. La trascrizione del colloquio è contenuta nell’ultimo numero de «La Civiltà Cattolica» anticipato oggi dal «Corriere della sera». Eccone una sintesi.

«La Chiesa non è un potere né parallelo, né alternativo a chi ha responsabilità di governo». A precisarlo, in apertura della conferenza stampa di chiusura del Consiglio episcopale permanente, è stato monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei. Tra i tanti temi trattati, la pedofilia, l'italicum e le elezioni politiche, lo «ius soli», il ddl sul fine vita, la scuola cattolica, la situazione del clero e le prime mosse di Trump.

«Un prete è sempre prete e quando agisce contro un bambino o contro un ragazzino non ci sono giustificazioni legali in grado di alleggerire la pena che deve scontare». Lo dichiara don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente dell’Associazione Meter Onlus, esprimendo apprezzamento per la decisione della Corte di Cassazione che, con la sentenza 1949/17 depositata dalla terza sezione penale della Corte il 17 gennaio scorso, ha confermato come la violenza sessuale commessa da un prete su un minore rappresenti un’aggravante in tribunale.