Pellegrinaggi

Ultimi contenuti per il percorso 'Pellegrinaggi'

Martedì 6 febbraio alle ore 21 nell’Aula Magna del Seminario si riunisce la consulta diocesana di pastorale giovanile. Nell’occasione - alla quale sono invitati i parroci e coloro che nelle parrocchie coordinano le attività dei giovani - verranno presentate alcune attività in vista del Sinodo dei Vescovi su «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale».

Nella delegazione dei vescovi dell’«Holy land Coordination» (Hlc), il Coordinamento di Terra Santa, composto da presuli provenienti da Europa, Nord-America e Sud-Africa, anche l'arcivescovo Riccardo Fontana che ha spiegato al Sir il senso della visita in Terra santa dal 13 al 18 gennaio.

«Vi invitiamo a non aver paura e a venire! Vi invitiamo a confermare i vostri pellegrinaggi proprio con lo spirito di chi desidera, attraverso il pellegrinaggio, fidarsi di Dio»: è l’appello congiunto rivolto ai pellegrini dall’amministratore apostolico del Patriarcato Latino, mons. Pierbattista Pizzaballa, e dal custode di Terra Santa, padre Francesco Patton.

Video messaggio del Papa ai pellegrini raccolti al Santuario di Jasna Gora in Polonia, nel giorno della memoria liturgica della Madonna di Czestochowa:

«E’ una Madre vera, con il volto segnato, una Madre che soffre perché prende davvero a cuore i problemi della nostra vita. E’ una Madre vicina, che non ci perde mai di vista; è una Madre tenera, che ci tiene per mano nel cammino di ogni giorno. Questo vi auguro di sperimentare nel solenne Giubileo che state celebrando: sia il momento favorevole per sentire che nessuno di noi è orfano, in questo mondo di orfanezza nessuno di noi è orfano, perché ciascuno ha vicino a sé una Madre, Regina insuperabile di tenerezza. Ella ci conosce e ci accompagna col suo stile tipicamente materno: mite e coraggioso al tempo stesso; mai invadente e sempre perseverante nel bene; paziente di fronte al male ...».

Accogliere tutti, gratuitamente o con prezzi «estremamente accessibili», aiutare il pellegrino a fare silenzio e meditare. Queste alcune linee di comportamento che i vescovi francesi e spagnoli propongono in una «Lettera pastorale» rivolta ai luoghi di accoglienza e ospitalità cristiana disseminati lungo il cammino di Santiago di Compostela.

Una via di pellegrinaggio tra Firenze e Pistoia, nel nome di San Jacopo e di Celestino V. È la proposta del Centro Turistico Giovanile (Ctg): una proposta che si innesta sull’iniziativa che un gruppo di parrocchiani di San Jacopino ha già concretizzato da alcuni anni, ma che potrebbe diventare qualcosa di più strutturato e accessibile a tutti.
L’idea, spiega Riccardo Baldi del Centro Turistico Giovanile, è nata in Abruzzo, dove sono stati aperti alcuni percorsi sui sentieri legati al nome di San Pietro da Morrone, ovvero Papa Celestino V.