Politica

Ultimi contenuti per il percorso 'Politica'

Il presidente nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori analizza i temi emergenti dell'agenda politica ed economica del Paese.  Sul fronte del lavoro: «Non siamo di fronte a un fallimento ma le riforme restano deludenti». Emarginazione dei corpi intermedi, ma «devono iniziare a fare un po' di autocritica, sforzandosi di andare più incontro ai cambiamenti della società». La necessità per il Sud di «una strategia complessiva, che metta al centro l'occupazione e lo sviluppo»

La parola a Giuseppe Roma, segretario generale della Rur (Rete urbana delle rappresentanze) e docente di gestione urbana nella terza università della Capitale:  «A Torino il voto di cambiamento ha determinato una sostituzione di classe dirigente, a Roma no, questo non è accaduto».

A cento anni dalla nascita (23 settembre 2016) si ricorda la figura del giurista pugliese, ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, con una nuova biografia curata dallo storico dello Iulm. «Intellettuale maturato nell'associazionismo cattolico» era «dotato di una fede  convinta e di una cultura giuridica in cui spiccava una inconsueta apertura verso la moderna dimensione statuale». La vicenda «oscura» del suo assassinio non ne intacca il profilo di statista.

Luca Comodo dirige il dipartimento politico-sociale di Ipsos e invita alla prudenza sulla valutazione dei flussi elettorali, anche se a suo parere «è del tutto evidente la richiesta di un cambiamento profondo». Sulla disconnessione con le periferie denuncia «le élites che vivono in una dimensione globalizzata e che non sono state in grado di capire le difficoltà reali, materiali e psicologiche, di chi vive in una condizione di precarietà e di esclusione che genera insicurezza»

L’avanzata del Movimento grillino è certamente il dato più significativo di questa tornata amministrativa che sancisce la nascita di un Terzo Polo che certamente vorrà giocare le sue carte nei futuri appuntamenti elettorali, a partire dalla battaglia referendaria che in autunno vedrà gli elettori italiani chiamati ad esprimersi sulla riforma costituzionale dalla quale può dipendere la nascita della Terza Repubblica